keyboard_arrow_right
Sites de sexe

Lesbienne timide erotica toulouse

lesbienne timide erotica toulouse

No volevo dire il contrario: Meno se i tuoi servizi sono venduti solo in Italia a clienti italiani … mercato assai piccolo e poco dinamico. Allora non mi piacerebbe. Prova a dedicarti alla speculazione immobiliare o a vestirti come Batman! Poi, come si vede dalla foto, ci vuole il physique du role: Mi sa proprio che sui nani ci aveva ragione De Andrè! Alcuni individui che operano di comune accordo, ingannando altri sulle loro intenzioni e in genere cercando di non far capire che esiste appunto un accordo tra di loro.

Il complottista non è quello che si rende conto che i complotti sono uno dei grandi motori della storia; è quello che, siccome gli sta antipatico il buddhismo, pensa che sia stata Tortuga a imbeccare Moi, mentre sono stato io. Lo cito perché mi sembra che rifletta molto bene la sensazione diffusa tra gli imprenditori italiani — a parte gli immobiliaristi, mi sembrano tutti catastrofisti. In questo senso, la profezia di Orsi, e tutti gli imprenditori che la pensano come lui, è una profezia autoavverante.

Orsi è solo un frignone che si lamenta per il nuovo modo di fare affari, che immagino sia vecchio di dieci anni. Inoltre, il mercato ha già reagito quel modo di fare affari: Cosa che non ha nulla a che fare con Facebook che deve regalare connessioni internet, non per vendere qualcosa, ma per far salire il valore delle proprie azioni in borsa. Come Facebook, è un insieme di innumerevoli tecnici il cui stipendio si basa sulla loro capacità di espandere ogni giorno il dominio sulla specie umana: Questo dispositivo non è controllato da nessun essere umano, anzi è accessibile quasi a qualunque essere umano.

Ecco perché la vera notizia, come ho già detto, è che uno Snowden qualunque possa accedervi. E Snowden è uno di quelle persone su un milione che si giocano la vita per denunciare qualcosa che ritengo malvagio; ma pensiamo a quante persone normali possono accedere a questo dominio totale per i loro interessi?

Ci vogliono strumenti adeguati per attaccarsi con successo a un simile maelstrom di dati e trarne vantaggio, non credi? Fino a che non inventano una vera intelligenza artificiale in grado di prendere decisioni, io starei tranquillo.

Il complottista è un ingenuo idealista: Prendiamo il caso del meraviglioso Paolo Franceschetti, che attribuisce ogni evento della storia a un gruppo di massoni che lascia rose rosse, o accenni a rose rosse, sul Luogo del Delitto. E proprio per questo, ogni attacco alla proprietà privata suscita lo stesso panico che suscita il bambino che si avvicina al mio giocattolo.

Non so come funzionasse tra sottoposti: In campagna potevano esserci proprietà più o meno comuni, che per noi liberisti è sinonimo di sfruttamento pessimo delle risorse. Il matriarcato, poi, è la dimostrazione lampante che si ignora un dettaglio che si chiama dimorfismo sessuale: Le differenze nascono con la persona stessa: Se la mia tribù è più grande della tua, noi ci prendiamo le vostre banane e voi digiunate, mentre noi mangiamo a sazietà.

Se il mio regno è più potente del tuo, io saccheggio le tue città o ti estorco tributi. E, al di là di quello, il matriarcato non si è mai dato, nemmeno in età preistorica? Sul matriarcato, per la verità società che ci si avvicinano sono documentate, nel senso che sono arrivate praticamente ai nostri tempi quindi sono state osservate, ma quanto al neolitico, vedo davvero difficile che le vestigia materiali, in assenza di fonti scritte, possano dirci qualcosa di definitivo in merito.

Cioè la civiltà umana si sarebbe spenta circa cinquemila anni fa. La differenza, appunto, è tra società matriarcale e matrilineare. Un matriarcato è possibile sono in comunità umane molto isolate, fondamentalmente stanziali e che non hanno bisogno di difendersi. In Nuova Guinea oggi, magari, è possibile, ma sui sentieri delle migrazioni umane, ad agricoltura non ancora inventata quindi si caccia, ovvero ogni comunità ha bisogno di grandissimi territori da difendere con le unghie e con i denti da altri uomini — maschi — armati e con strutture sociali decisamente precarie.

Anche perché cercare qualcosa di uniforme in Lapponia e in Sicilia, in Irlanda e sugli Urali mi sembra azzardatissimo. Comunque vale sempre lo stesso discorso: Addirittura mi pare di ricordare che presso i Romani anche lo schiavo avesse diritto a proprietà personali.

Tranne lo spazzolino da denti. Non saprei, ma anche se ad avere accesso al Mare Infinito di Dati fosse stato Snowden più un suo amico, gli innumerevoli altri che vi hanno accesso, potrebbero anche loro agire in due o più, no? PS il problema è che è lo stesso conformismo con cui un tempo si espellevano gli ebrei o non si facevano entrare donne e negri in da scuole e attività economiche, servile ed irriflesso.

In fondo non ha del tutto torto, sbaglia le prospettive. Sempre alla ricerca di una palingenesi conto terzi… altrimenti il comunismo che stava in Russia mica in Italia, poi Cuba e per qualcuno da sempre la Cina non avrebbe mai avuto tanto fascino. La prossima, e vicina, crisi energetica, dovuta alla scarsità delle fonti energetiche fossili, sarà il catalizzatore del cambio. Noi non lo vedremo. Non sono sicuro che si tratti dello stesso paradosso.

In particolare, si assume che la risorsa sia abbondante, e che il comportamento umano sia regolato dal principio del porcellino: Questa mi è piaciuta tantissimo, soprattutto in una giornataccia come quella di oggi. Posso averti come miglior amico di riserva?! Cmq sempre male fa, non è che ci si abitua mai tanto.

Praticamente tutti, io compreso, beninteso, perchè non posso fare il Quixote contro i mulini a vento. Ora, direte che sono un pessimista cosmico. In passato decine di civiltà sono crollate a causa di una pessima gestione delle risorse.

I più noti sono i Maya forse Miguel ne sa qualcosa al riguardo. Ovvio che non tutto il mondo crollerà allo stesso modo. La caduta sarà più forte per noi occidentali.

Sempre che non si impari a navigare…. Ma con tutta la loro bellezza sono state anche quelle epoche turbolente, con guerre continue, rivolgimenti, instabilità, violenza, disordine. Se io, te e Mirkhond ci mettiamo insieme per pestare i nostri vicini di casa, allora ci stiamo organizzando civiltà per esercitare meglio la violenza barbarie: Ma la dualità di fondo, con tutte le sfumature e le articolazioni del caso, secondo me sussiste.

Del resto non sono poi molte le civitates in cui non si usassero metalli. Che dici, i metalli non si conoscevano fino al V, IV millennio a. Stai insinuando che i cacciatori-raccoglitori del neolitico non si combattessero tra di loro per il possesso dei terreni di caccia e raccolta migliori?

Francesco, i cacciatori raccoglitori, per definizione, sono quelli del paleolitico, non del neolitico. Ricambierà qualcun altro al posto suo. Giusto per completezza filologica, dal Cortelazzo-Zolli: Guarda che stai citando esattamente il sottotesto di Marx: Stai parlando di un mondo ideale che non è mai più esistito dopo il peccato originale — ammesso che sia esistito davvero prima. Francesco, secondo me esageri: Il comunismo storico è andato molto oltre, teorizzando la scomparsa di ogni forma di proprietà individuale che non fossero i meri effetti personali.

Se è per questo, secondo un documentario che vidi diversi anni fa Pol Pot avrebbe addirittura nazionalizzato gli utensili da cucina. Comunque il comunitarismo va bene finché ci si conosce tutti, e chi se ne approfitta viene stigmatizzato. Più si cresce di numero meno ci si conosce e più è facile approfittarsene. Va bene, ma come facciamo? Cioè, quando superiamo un certo numero obblighiamo alcuni ad andarsene o li giustiziamo proprio mentre dormono?

Bastava evitare la rivoluzione industriale con le conseguenze demografiche dirette e indirette che ha comportato. Uuh, già, bisognava evitare la rivoluzione industriale. Dai, affermare una cosa del genere è puro idealismo. Non stiamo assecondando il peggior populismo, in realtà?

E non è, in fondo, un atto violento? Io sto parlando da comunista. Il fenomeno era già presente ai tempi del rottamatore occhetto, ed ancor prima coi moralisti pelosi alla eugenio scalfari……. Inizio a pensare che il famigerato emendamento della Costituzione USA sul diritto di portare armi abbia una sua motivazione valida.

Il divieto di portare armi ai cittadini comuni serve a garantire il monopolio delle armi ai criminali. Inoltre i detentori dovrebbero non avere precedenti nemmeno per rissa, percosse e nemmeno per ingiurie che preludono al passaggio alle vie di fatto , ma solo eventualmente per reati amministrativi, fiscali, insomma, non violenti.

E tale permesso inoltre andrebbe dato previo addestramento ben fatto. Il che scongiurerebbe praticamente tutte e tre le ipotesi che tu paventi.

Il delinquente determinato, il professionista, non si fermerebbe di certo, ma il ladro di galline ci penserebbe molte volte prima di andare a rubare in case o negozi. Insomma, tornando a noi: Ecco, questo forse potrebbe andare. Chi entra a rubare in una casa, e ancor più in un negozio, è consapevole dei rischi che corre: Ad esempio, i gioiellieri vengono continuamente rapinati da delinquenti sgangherati, magari armati di armi giocattolo: Secondo me è impossibile: Ovviamente rendendoci conto che il sistema non è perfetto, che bisogna cercarci tutte le falle possibili in modo da escogitare i migliori correttivi.

E poi, se lo stato sociale fa cilecca, si finisce spesso per ricorrere a correttivi a danno di altri cittadini, in modo sperequato e irrazionale. Per questo è bene che ci siano case popolari per tutti. Credo che la domanda fosse come evitarla in pratica. Non hai capito perché consideri il dato giuridico-formale o quello teorico-dottrinale e non quello sostanziale, reale.

Per evitare il solito discorso sul potere ebraico ecc. Questo significa che chi dispone davvero delle risorse e le gestisce sono in pochissimi. O, meglio, grazie al fatto che si sono attuati parzialmente.

Perché in Italia la gente ha le case di proprietà e in America no? I marxisti non sono riusciti a espropriare case, piccole industrie ecc. Nel mio modo rozzo di vedere le cose, la mia bicicletta è la mia. Nessuno ha facoltà di requisirmela. E in effetti, io le ho pagate e nessuno me le requisirà.

Anche il fiume è di tutti, ma sino a un certo limite: La bicicletta non te la toccherà nessuno, ma la tassazione sempre più alta sulla casa è un modo di attentare alle proprietà che contano. E se non si trova lavoro, si è costretti a indebitarsi, si hanno pignoramenti ecc. Dunque, nel capitalismo la crisi è strutturale. Non è che i debiti per fame li abbia inventati Adamo Smith, purtroppo!

Guarda che io ho detto esattamente il contrario, che capitalismo che è una forma di comunismo mascherato e comunismo aboliscono la proprietà privata, che secondo me è sacrosanta.

Le multinazionali e la finanza non sono proprietà privata, perché non fanno capo a delle persone reali, ma a delle entità che ormai si autoalimentano. Dunque, il capitalismo sarebbe una forma di comunismo mascherato.

Chissà chi ha insegnato al Sig. Capitalismo come mascherarsi, dato che — come sai bene — il Sig. Voglio dire, che Z. Che poi la proprietà privata si sia trasformata nel corso della storia è vero, ovviamente: Le società multinazionali fanno capo eccome a persone reali: Sono quelli che incassano quando va bene e cacciano il grano quando va male.

E come immagino tu sappia le società, anche se non come centro di imputazione giuridica alla maniera moderna, esistevano pure nel diritto romano. Guarda, in questo campo non bisogna stupirsi di niente. La gente, diciamo, tende spesso alla complessità. Intanto, credo che lo Stato dovrebbe prima rinunciare a buttare miliardi nel fare il TAV e solo dopo ai vigili che proteggono i bambini.

Che io sappia, la moglie di Renzi è una brava persona, è la prima cosa che mi capita di sentire di negativo su di lei. Ma come, e io che ho preso per buone le parole di Riccardo Venturi sul punto!

Questa risposta è spiazzante. Se non ho letto il Corano, come faccio a sapere che è il libro sacro di chi professa la religione islamica? In effetti di solito i SuperImamoni più retrivi citano altre fonti … se! Riguardo al Monoteismo abramitico non mi ero già espresso??

Non è una barzelletta: Dopodiché, rivolgo anche a te la domanda: Anzi, la realtà è pure peggio. Non ho mai letto una riga di De Crescenzo mi resta già meno tempo per la lettura di quanto ne vorrei: Boh… , e non solo dal punto di vista geografico!! Peucezio dice che nel capitalismo, la crisi è strutturale. Come si potrebbe dire che è strutturale nei conigli che si riproducono alla velocità ben nota, per poi subire periodici collassi di popolazione.

Nel feudalismo sono strutturali altre cose, magari, se vuoi, anche la miseria o la violenza. Ma non la crisi. Scendo di casa, a buttare i rifiuti, mi stringo sul marciapiede per scansare le macchine, e chiedo a tutti questi autori cosa mi suggeriscono di fare perché qui, in questa stradina stretta, si possa vivere una vita più solidale e meno inquinata.

Poi, è anche vero che degli obiettivi e dei metodi di Bakunin al momento saprei riferire ben poco…. Il valore particolare degli anarchici, al di là degli eccessi retorici, sta nel fatto di aver detto una cosa fondamentale per i nostri tempi: Su questo credo che tu abbia ragione. Ma il problema è generale: Nello stato di natura vivresti mangiando bacche e faresti fatica pure a cibarti di carne.

E alla tua età saresti molto probabilmente già morto da tempo, dopo una vita trascorsa a lottare con un terribile mal di denti. Inoltre, la teoria dei vantaggi comparati di Ricardo, che io sappia, non ha esattamente peggiorato le cose.

Non le ha peggiorate il commercio su base sempre più ampia, grazie al quale non devi coltivare tutto nel tuo orto come fingono di fare i decrescitisti. Non le ha peggiorate il progressivo abbandono dei dazi, senza il quale ci sarebbero stati meno contatti tra diverse culture e diversi popoli.

Con tutti i vantaggi del caso, non solo economici. Io non solo non sono un amante della natura, ma potrei tranquillamente dichiararmene un nemico. Per me la civiltà è questo. E quindi, per sua natura, è orale, perché la parola scritta è immodificabile e non adattabile alle situazioni. Peucè, la tua visione del mondo è certamente più complessa delle poche righe che ci scambiamo qui, ne sono certo. Non è che la scrittura ne sia esclusa, la scrittura ne è una degenerazione.

Ma la scrittura in un certo senso nega la civiltà e restituisce lo stato di natura, in quanto la civiltà è accumulo e stratificazione, mentre quando metti qualcosa per iscritto, questo rimano immoto e immodificabile per sempre, salta i secoli e i millenni, quindi è impermeabile alla civiltà, cioè alla cultura come dato tràdito, continuamente modificato e adattato, esattamente come il moto delle stelle, le rocce e i continenti, che rimangono sempre uguali attraverso i secoli o, meglio, hanno tempi di trasformazione non raffrontabili a quelli storici.

Diciamo, non si tratta della terza via socialdemocratica, che divide il mondo tra stato e impresa privata, invece di dare tutto allo Stato oppure tutto al privato. Il riferimento era chiaro, non temere: Il principio ha conosciuto accelerazioni anche brusche in epoca contemporanea, ma direi che era già noto e praticato quanto meno da molti secoli alla nascita di Bakunin.

Praescriptio longi e longissimi temporis, come da diritto costantiniano. Ma proprio per quello, dovresti provare una maggiore vicinanza agli anarchici che ai gestori di Facebook. Piaccia o no — già immagino le alte grida orripilate! Questa poi… Ognuno di noi cerca di vivere decentemente la sua vita e farsi i cavoli suoi, non di influenzare quella di milioni di persone non si capisce a che scopo.

Quindi, se ho capito il tipo umano prevalente in questo blog ma anche quello che in genere incontro di persona, malgrado siano abbastanza diversi , siamo molto più simili a quello della West Virginia. Secondo me la max parte dei lettori di MM tende a prendere decisioni ragionate per il proprio interesse e per quello della propria famiglia, come il primo tizio. Difficilmente aspira a vivere da antisociale armato fino ai denti come il secondo.

E tu, in particolare, con la tua nota passione per la vita agreste, al posto del tizio del WV dureresti circa quattro minuti netti. Che poi per ragioni ideologiche il secondo tizio ti sia più simpatico del primo, invece, lo capisco perfettamente. Lo sai che non ho capito bene la differenza? Secondo me entrambi i tizi tengono al benessere proprio e della propria famiglia, anche se agiscono in modi diversi secondo mentalità, formazione culturale e possibilità economiche.

Anzitutto, cambiarli di posto credo che sarebbe una pessima idea per entrambi. Specie per il primo, che finirebbe colto da crisi di panico in breve a proposito, nella fattoria survivalista sono ammessi i medicinali chimici?

Ma pure il secondo, catapultato in un mondo con soci ben più infidi e pericolosi dei ladruncoli per i quali teneva pronto e armato il fucile, dubito che se la passerebbe bene.

Tra i lettori abituali di MM ho trovato quasi sempre persone curiose, profonde e istruite: Ma difficilmente sopravviverebbero a lungo al posto del selvaggio. Poi chiaramente posso sbagliarmi: Che non saranno ammerigani, ma girano col fucile tanto uguale non solo fucile da caccia: Non chiedermi come fanno ad averle: Poi che il contadino del West Virginia sia un survivalista non so da dove ti è uscito… vabbè, esisteranno anche loro. Ma in realtà io non credo che si possano fare queste distinzioni.

Per il resto, cioè per difficoltà di adattamento a un ambiente diverso ecc. E questo anche perché, proprio come dici tu, esistono persone per bene e persone per male ad ogni livello e angolo della società. In ogni caso, Z. Si tratta del potere e i soldi sono solo funzionari a quello , quindi torniamo al voler condizionare milioni di destini e basta. Il comune amico, sanfrediano storico, si tiene i figli al ristorante quando lei lavora, e le ha pure dato un fondo, un vecchio magazzino dove vivere, con tanto di bandone sulla strada.

Con la signora proprietaria, invece, probabilmente, non sapremmo proprio cosa dirci. Mica perché è cattiva, ma perché viviamo su due pianeti diversi. E il mio pianeta è molto più vicino a quello di Irina. Al massimo posso mostrarti un punto di vista differente. Nel merito, poi, Irina sembra una persona molto più vicina sia a me che a te che non allo sciroccato endogamico del WV.

Non vive in una fattoria survivalista isolata dal mondo, non gira col fucile dietro la schiena, probabilmente è cristiana di rito ortodosso o cattolico, non tira avanti coltivando il suo orto e vendendo il surplus. Potrei quindi dire, addirittura, che Irina stessa è più vicina al manager di FB che non al survivalista del WV.

Il marocchino gli ha ridato le bici ma lo ha minacciato di morte. Fosse uno del palazzo, che gliele fregava? Hanno pagato con il loro sudore e la loro salute la costruzione del capitalismo americano, e con il sangue le avventure imperiali.

Fino alla Seconda guerra mondiale, la grande iniezione di cocaina del capitalismo, i contadini erano la maggioranza della popolazione, sfruttati dalle reti di distribuzione, spellati dalle banche, ridotti sul lastrico dai trucchi del mercato in cui li hanno costretti a entrare, derubati delle loro terre. Non sono affatto capace di parlare con tutti, anzi ho gusti assai restrittivi.

Semplicemente i miei pregiudizi non si fondano su criteri simbolici — etnici, politici o culturali. Se sono squattrinati quanto Irina, ben gli sta. Poi hai effettivamente ragione: E quindi non è facile giudicarla. Fai benissimo a sbatterli fuori di casa. Ma siccome sei una persona sensibile e giusta, sii sensibile e giusto anche con loro. Lei è in parte statunitense, dunque vede le cose da una prospettiva interna.

Conoscere a fondo il proprio popolo e il proprio paese, fa vedere cose che chi non è parte di quella storia, quella cultura, quella civiltà, non potrà mai capire.

Ovviamente questo è solo il mio personalissimo punto di vista. Libertà che gli farebbe fucilare un comunista, ma anche prendergliela in culo dal capitalista e dal dispositivo che lo tutela. Parlo, ovviamente solo per me…..

Dal poco che conosco gl iuessei, io sono rimasto profondamente colpito da ospitalità, simpatia e semplicità generali. Poi magari bombarderanno gli afgani e certo non è bello, ma direi che è semplicemente un altro livello. Francesco, come non sottoscrivere ogni sillaba…? Ma in fondo penso lo sappia bene anche Mirkhond: Non credo sia solo relativismo. Quante Rivoluzioni ci sono state, a paragone di secoli e millenni di regimi ben peggiori di quello statunitense?

Ma il dispositivo televisivo-cinematografico, come quello militare-industriale, al massimo consumano il contadino del West Virginia. Non si tratta né di dire che il Governo è cattivo, ma il Popolo è buono; né di condannare entrambi. Quello che occorre identificare è il sistema, che determina la vita di entrambi. Al di là dei giudizi morali. Ecco, è il sistema americano il nemico, non il governo e non il popolo, che saranno più o meno come governo e popolo ovunque. Un dominatore è sopportabile; un autoreferenziale anche; un dominatore autoreferenziale, di nuovo, no.

Che poi è il motivo per cui, per esempio, Salvate il soldato Ryan sia totalmente rovinato dai dieci secondi di finale. Una bandierona americana che sventola. Ma allora, scusami, cosa ho pagato il biglietto a fare, se lo spettacolo non era per me? PS se togli statunitensi e metti milanesi hai spiegato benissimo perchè a me piacciono!

PS una piccola provocazione: Quando vado a vedere il soldato Ryan, so benissimo che mi stanno parlando di soldati americani, e mi va bene: Bastava che non la metteva, e sarebbe stato un film gradevolissimo per tutti.

E ripeto, mi va benissimo. E quasi tutti, sono convinti che la roba migliore per loro, non lo sia automaticamente anche per gli altri. Mentre agli statunitensi, in generale, direi che manca questa consapevolezza.

Sul punto 1, no, ti assicuro che non è ideologia; è proprio la genuina reazione che ho provato io. E non solo io: Tipo vai a vedere un film patriottico uzbeko: I francesi sono i gemelli diversi degli statunitensi, in effetti, per un sacco di cose. Compreso il fatto che, appunto, stanno antipatici a quasi tutti. E gli USA sono stati molto bravi a smantellare le identità altrui altro motivo per cui gli imparati, in genere, li apprezzano poco.

Boh, mai provata antipatia per i francesi e non saprei nemmeno perché provarla. In questo i colti Roberto e Francesco non sono affatto dissimili dai consumatori dei programmi mediaset più incolti…… Pino poi è uomo di spettacolo. PS sul cinema, invece, riconosco che esistono altri modi di fare film, diversi da Hollywood e in grado di produrre film molto belli.

Ci furono anche Chiaro che ci furono moltissimi che rimasero fedeli al Re e scelsero, o dovettero, fuggire quando la loro parte perse la guerra. Perché le rivoluzioni sono espressione del potere e servono solo a consolidarlo e a ratificarlo formalmente. Muore conservatore, perché essendo vecchio si è stancato.

Se uno è conservatore veramente, lo è anche da giovane. Insomma, sul totale dei bianchi, i poveri sono meno dei neri poveri sul totale dei neri, ma i bianchi sono sempre la categoria di poveri più numerosa. Anche dai sinistroidi e pseudosinitroidi, i ribbelli e pseudoribbelli con capellino alla qui quo qua e con la maglietta con scritte inglesi, e che magari sventolavano le bandiere arcobaleno e manifestano contro le tav….

O contro matteo renzy……. Certo, ma la domanda è, perché tanta antipatia verso gli ipotetici contadini del West Virginia? Credo che la risposta sia nella domanda: E quindi per me sono persone normali che mi stanno sulle balle più o meno come tutti gli altri, non come esseri mitologici che creano imperi o distruggono culture.

Un mio amico, scherzando, dice che non è razzista: Ma soprattutto, sapere di non essere né meglio né peggio di tutti gli altri: Miguel Hai ragione e fai bene a puntualizzare queste cose almeno dal mio punto di vista, ché sono interessato pure agli angloamericani: D hai di nuovo ragione! I tedeschi sono sovrumani e quindi difficili da inquadrare, gli americani per quanto prepotenti li freghi perché sono sempliciotti, ma i francesi sono come noi , solo che si danno delle arie.

A me stanno mille volte più sul cavolo i tedeschi con la loro presunta aura di sovrumanità in realtà fanno le stesse schifezze degli altri, magari più nascoste e negando meglio: Se la tirano tantissimo, tutto qui. Lo ha detto la Commissione Europea: Anche deregolamentare è un termine privo di significato? Personalmente non odio i francesi, ma il loro culto esagerato della rivoluzione e di napoleone, oltre a quel tricolore che ha sostituito il giglio capetingio…. Le mie simpatie e antipatie sono legate ai miei sentimenti Pino.

Esattamente come gli altri. Oppure, boh, che non sopporta il Camembert o che da piccolo non poteva soffrire Asterix. Invece tu mi sembri fare il discorso contrario: Nel tuo amore per il denaro e per chi sa imbrogliare nel farlo. E ovviamente, questo non vale per tutti….. Ti prego, tutto quel che vuoi — oltretutto credo che tu abbia frainteso alla grande quello che intendeva dire Peucezio.

Mentre chi vota piddimenoelle che militante è? Il più astuto, scaltro e scafato opportunista o Zanardo? Nun ce semo capiti. Basta che mi risparmi lo spettacolo di una persona colta istruita che, come un parlamentare qualsiasi, ripete a pappagallo le battutine da campagna elettorale di un omicida plurimo che fa la morale ai ladruncoli. Te ne sarei grato. Peraltro non ne conosco uno, e a differenza di quasi tutti qua sopra non uso neppure FB, che mi sembra una trappola per allocchi.

Il che è quasi una banalità. Dunque il piddimenoelle è la banda degli onesti? Poi, continua ad idolatrare pure le truffe e chi le fa, che tanto a me di quel che fai non me ne frega un cazzo, che manco ti conosco….. E hai pure bisogno di una spiegazione? Imbrogliare significa arricchirsi fregando il prossimo tuo….. Come credi che si costruisca una fortuna? A parte una vincita alla lotteria? Indubbiamente, ci saranno molti irlandesi cattolici, ecc. Come tra i neri americani, ci saranno immigrati senegalesi finiti male.

Ma la classe dei bianchi sfigati , la vasta categoria antropologica e culturale, è protestante-evangelica e non puritana! E lo fecero in parallelo e in alleanza con il tentativo degli inglesi di far fuori il loro re.

Inoltre questi fanno i tradizionalisti solo per quello che gli fa comodo. In Inghilterra fanno i medievali, ma hanno ripudiato violentemente e sanguinosamente il cattolicesimo. Il sovrano fino al portava il titolo di re di Francia, ma non hanno fatto niente per preservare la francofonia. Io sapevo — ma forse mi avevano raccontato una frottola, a questo punto — che il re di Inghilterra un tempo era formalmente vassallo del re di Francia.

Successivamente ne ha pure rivendicato il trono? Sfortunatamente per Edoardo e successori, la stirpe capetingia era numerosa e diversificata in vari rami, che si riunivano nelle due branche principali dei Capeto-Valois, re di Francia dal al e i Capeto-Borbone dal al , e ! Poi Enrico fece incetta anche dei ducati di Aquitania, Poitou e Guascogna, grazie al matrimonio con la loro signora, Eleonora, la ex del Re di Francia, nonché anche lei vassalla del sovrano capetingio.

Il risultato di tutto questo è una collezione di possedimenti che vano dalla Northumbria ai Pirenei di cui la parte continentale la più ricca e quella preferita dai Plantageneti è un accozzaglia di eterogenei feudi del Regno di Francia, mentre la parte insulare Inghilterra ed i primi tentativi di conquista di Galles e Irlanda è regno autonomo. PS popolo più tradizionalista degli inglesi non credo si trovi al mondo, solo che tu scegli quello che avrebbero dovuto conservare.

Basta che vi facciate un giro a Londra: Oppure che prendiate lo stare decisis: Pensavo ogni volta ad un qualche apparecchio tecnologico, tipo una diavoleria elettronica. Non era una castronata Zanardo. Sempre riferendomi al periodo D e una grande continuità nei confini dei Regni Ad esempio la frontiera tra Regno di Francia occidentale poi Francia e Impero in quanto erede pure della Lotaringia, quindi mi riferisco soprattutto al periodo posteriore al d.

C rimase del tutto stabile sino al XVI secolo!!! Penso alla guerra del , ferocissima e in cui gli insorgenti franco-contesi furono fedelissimi agli Asburgo, e ancora nel e , in cui dovette intervenire lo stesso Luigi XIV che per poco non vi rimase ucciso. Hai mai letto la serie a fumetti sul nobile veneziano Cesare Renzi in arte Dago? Bellissimo il numero sul Sacco di Roma del , dove Dago affronta con le truppe papaline i Guarda, puoi scaricarti interi episodi dal mulo.

Il tutto condito da innumerevoli avventure femminili del cavaliere veneziano, tra cui spiccano Margherita di Angouleme, sorella del re Francesco I, e la nobildonna fiorentino-spagnola Antonia de Medina, forse di lontane ascendenze sefardite e che gli darà un figlio…..

E di sefarditi Dago ne incontrerà anche in Spagna, salvandone alcuni dalle grinfie di alcuni perfidi inquisitori. Gli autori della serie sono il paraguayano-argentino Robin Wood e i suoi collaboratori, tra cui anche un turco.

Ora che mi ci fai pensare. Nel , un notabile tunguso, Osip Shumakov, vendette ad un mercante di Jakutsk, tale Roman Boltun o Boltunov , le zanne della carcassa di un mammuth da mamot, termine che Turchi e Mongoli in Siberia utilizzavano in relazione a tali resti, da loro considerati portatori di sfiga , rinvenuto già nel dallo stesso Shumakov sulle sponde della Lena.

Se fosse nato prima il marxismo, come avrebbe potuto il capitalismo inverarsi in esso? Vi appigliate sempre al formalismo giuridico. La proprietà è un dato sostanziale, che significa che io dispongo di una cosa.

Una volta decideva chi aveva la maggioranza, oggi a volte non ci sono nemmeno maggioranze e decidono amministratori delegati e dirigenti vari che possono non avere neanche mezza azione. Non riesco a capire in che modo le società di capitali, che alla fine servono ad arricchire i capitalisti, avrebbero realizzato il marxismo.

Nè come gli intrallazzi degli amministratori delegati, gentaglia che guadagna centinaia di milioni distruggendo grandi imprese, siano la vittoria del marxismo. A me pare che qua più che altro siamo alla teologia. Ah, non saprei di preciso. Ma suggerisco una risposta: Sei un mistero avvolto in un enigma! A proposito, in forza di cosa decidono questi strani signori, nei casi e nelle materie loro affidate? Lo scopo vero del marxismo era distruggere la famiglia, la religione e le nazioni e la teoria economica era solo un mezzo.

Non gioca a fare lo stupido. Gioca a fare il corrotto. E si diverte ; …….. Comunque non è vero: O non votano affatto. Certo non votano a sinistra, questo no. Berlusconi non è perfetto, ma si tratta di scegliere il male minore. La politica non è come la religione, è pragmatica. Qui non interessano i tradizionalisti, qui interessa il giudizio sul Vaticano II e sulla Chiesa.

Non è che se uno stronzo dice che il 2 è un numero pari, il 2 diventa dispari. Mi sa che mi sopravvaluti. Anzi, fatico a seguirle! Insomma, tutto un complottone con la scusa di ridistribuire la ricchezza! Peggio dei Savi di Sion, questo Marx. E che scopo si prefiggono. Forse ci credeva Marx stesso. Ma la sostanza è che era scientifico come gli informatori scientifici dei medici, a cui non interessa sapere, ma perseguire degli scopi nel loro caso far fare soldi alle industrie farmaceutiche che pubblicizzano.

E in quei anni, con il metodo gesuitico, le Fiandre e la Vallonia tornarono cattolicissime, senza bisogno di roghi fino alla massonizzazione del XIX secolo in Vallonia e del nostro secolo in Fiandra Da Antwerpen, giustamente, nel settembre quando venne conquistata furono espulsi i protestanti c.

Habsburgicus, non offendere la religione di Mauricius! Non lo sai che il Vaticano II è un culto coi suoi sacerdoti, i suoi riti e la sua dottrina? Mica vorrai insolentirne i fedeli, perbacco! Perché dopo il Vaticano II la Chiesa è entrata in crisi. Il mio argomento non è mai stato la perdita di praticanti. O, meglio, lo è in un altro senso: Casomai si entrerà nel merito delle critiche, per vedere se sono giustificate o meno. Il punto non è la libertà di parola, ma proprio il merito, o, meglio, il senso stesso del discorso.

Va bene, ma allora non stai parlando di donne e non mi fiderei mai di un tuo giudizio. Certo non pretendi di dare consigli alle autorità rabbiniche, come io non pretendo che la CEI mi ascolti in modo particolare. Me ne rendo conto. Che gli anti-conciliaristi, mi rendo conto, leggono rispettivamente come: E comunque non so quanto applicabile, perché qui parliamo di momenti storici diversi di una chiesa che si considera sempre la stessa, non di correnti diverse.

Se uno dice che la sua dottrina gli impone di sputarmi in faccia, difficilmente mi starà simpatico. Io dico che non sei cattolico e anzi sei molto lontano dal mondo di valori cattolico, quindi esprimerai preferenze per un cattolicesimo che non è tale o lo è poco.

Questo non è vero, perché la chiesa modernista è molto più autoritaria di quella preconciliare. Semmai non è questione di apertura mentale, semplicità e umanità. E non vedo come una cosa più snaturata, edulcorata, con meno fisionomia e caratterizzazione, più grigia insomma, possa essere più bella.

Ammenoché non riteniamo che quella originale facesse proprio schifo! Che sarebbe una posizione del tutto legittima. E conseguentemente, Habsburgicus assume una posizione di apprezzamento per i karaiti, che non avrebbero questi difetti.

Se tu sei giustificato a interessarti a una religione perché la percepisci come ostile, perché, specularmente, gli ebrei ma anche gli atei, gli induisti ecc. Non è che uno diventa ebreo se non crede in Dio, scusa…. La modernità ha distrutto in pochi anni equilibri millenari in ogni angolo del mondo e ha creato forme di omologazione mai viste prima.

Credo che questo sia uno dei punti fondamentali su cui siamo in disaccordo. Naturalmente io non credo che la modernità sia tutto rose e fiori; ma non credo neppure che le devastazioni culturali che dici tu, e che ci sono state, siano state il frutto della modernità, semmai mi sembrano in buona parte un sottoprodotto non volontario, e molte volte anzi contro la volontà ufficiale dei progressisti.

Questo è un parte vero. Il problema è che oggi è omnipervadente a livello bio-ingegneristico e possessivo-mentale della persona. Credi davvero che le schifezze attuali erano dello stesso livello? Parlo proprio di un cambiamento dei sensi eh.

Certo le mie parole sono drastiche solo perché , se aspettiamo qualche decade, diverranno vera realtà mentale e biologica. Forse anche Bergoglio lo sta capendo.. Ergo non devono essere gli ortodossi a cambiare, ma gli occidentali. Plenilunio ed Equinozio sono fondamentali, più il fatto di non festeggiare assieme agli ebrei. Papa Bergoglio a me piace, e soprattutto per le sue denunce sulle ingiustizie sociali davvero intollerabili nel contesto ipocrita che si autodefinisce democratico.

E a buon motivo! E il martirio a Roma? Il fatto è che non è un bene per il mondo ortodosso! Io auspico comunque che il mondo ortodosso abbia sufficienti anticorpi contro queste contaminazioni, al di là delle dichiarazioni di cortesia. E dissento anche più fortemente da Marx, che ogni volta o mente o sbaglia alla grande. Per fortuna ci sono i testi della Chiesa Cattolica a risollevare la mia fiducia nel genere umano. Ed è qui che sbagli…il potere dipende da chi lo esercita. Non è che non capisci.

Non è che lo dichiara Dante, lo dichiara Cristo stesso riguardo Cesare. Perché devi renderti conto che il regno di Dio , che è Dio stesso, è ovviamente un qualcosa di Oltre e quindi non mondano intendendo ovviamente i 3 mondi: Come faceva Cristo a riconoscere il potere dei giudei , quando esso era illegittimo? Tu sei il più comunista che io conosca: Z ha colto parzialmente: Scusa ma è semplice mancanza di serietà, su livelli salviniani. Come se scrivessi che la posizione di zio Paperone, da orfano nullatenente a papero più ricco del mondo, è paradigmatica della vita nel mondo capitalista.

Moi, se il papa è contrario alla pena di morte deve per forza ospitare un serial killer? Maratona e Austerlitz mi affascinano di più di qualunque bravissimo artigiano o artista, e preferisco Zhukov e Giap a Don Milani.

Le prediche in generale non lo sopporto. Pino, il talento della serie strano ma vero è la cosa più soggettiva che ci sia. Sarebbe comunque una valutazione esteriore. Una civiltà che pretende di abolire il limite è perduta, perché non riconosce i suoi confini ecologici e sociali né le possibilità del suo sviluppo culturale. La storia scorre, implacabile. I suoi tempi sono contati. Ci portano nelle fumosità del misticismo, mentre la scienza e la tecnica, al servizio della conoscenza, non del mercato, sono le vie aperte al nostro sviluppo creativo.

Quella sintesi di tecnica e di mercato che ha costituito il segreto del trionfo capitalistico ne rappresenta oggi la prigione. Il problema, allora, non è quello di sottrarsi alla tecnica, ma di sottrarre la tecnica alle leggi del mercato, ponendola al servizio della conoscenza. In fondo ne abbiamo contati finora dal primo proclama del poco più di uno e mezzo, di secoli!

Chiamarla ecologista è riduttivo: Orban intanto in Ungheria, vuole iniziare la costruzione del vallo antimarocco. Qui, poi, una flotta tra Zara e Senigallia, con prosecuzione terresetre del vallo fino a Sarzana. Poi nuovo patugliamento costiero tra Livorno e Gibilterra….. Ho capito, ma tra il suo progetto di inizio lavoro del vallo ungherese che si fermerà, vedrai..

A Socci e alla signora Garnero credo importi del cristianesimo quanto a me importa della saga di Twilight. Comunque è bello leggervi e sapere che esistete.

Nelle altre aree che si trovano in condizioni analoghe a quelle dei Paesi ricchi alcuni decenni fa le emissioni unitarie sono molto più elevate. Non credo comunque che il prezzo del petrolio sia destinato a tornare alto, se non per un breve periodo.

Per i credenti questo diventa una questione di fedeltà al Creatore, perché Dio ha creato il mondo per tutti. Di conseguenza, ogni approccio ecologico deve integrare una prospettiva sociale che tenga conto dei diritti fondamentali dei più svantaggiati. Questo ha conseguenze pratiche, come quelle enunciate dai Vescovi del Paraguay: Chi ne possiede una parte è solo per amministrarla a beneficio di tutti. Troppo comodo, se vuoi comunque prova. Aiutati che Dio t aiuta dice un saggio proverbio, non ne conosco che dicano Aspetta che Dio t aiuta.

Appunto, i paraguayani parlano di contadini non di Monsanto… ossia di gente che se avesse terra da coltivare la curerebbe come le proprie pupille. Quanto al fatto che prima o poi finirà la terra del Paraguay, beh, non credo che in Paraguay tutti diventeranno agricoltori, e poi, che fai, mi diventi malthusiano? In Italia la teoria della terra a chi la lavora fu applicata dai democristiani di De Gasperi riforma agraria , e non mi pare che la natura abbia riportato tutto al punto di partenza.

Quindi gli agricoltori stavano meglio, quindi non hanno lasciato la produzione trasferendosi in massa in città a fare i lavoratori, quindi la proprietà non è tornata ai latifondisti,. Tu ai contadini, io agli agricoltori. Non ho capito un cazzo, Francè, e sospetto che la frase sia un concentrato di fuffa che non significhi un cazzo, un modo elegante per non darmi ragione pur non riuscendo a trovare argomenti contrari….

Cosa ci dicono i dati e le storie vittoriane? Beh qualcosina su come è messo il mondo oggi credo che lo dicano. Ok e stato costruito anche in modo orribile. Ma vogliamo guardar cosa e no? Senza di quel mostro, Bergoglio invece che Papa sarebbe morto. Di vecchiaia, come capitava prima a quasi tutti i settantottenni.

Chiedo scusa ai vescovi della Nuova Zelanda per aver trascurato la LORO uscita, che mi pare frutto di rapporti molto intensi con gin e acquavite. Per lui quello che dice Papa Francesco, è pura bestemmia. Trovi sempre scuse estreme per malcelare la tua profonda avversione verso chi vuole combattere le ingiustizie legate al denaro. Su Mao hai ragione. Ma lui era in linea con una certa tradizione cinese. Il vantaggio, con i dittatori sanguinari, è che li si riconosce subito e che anche dopo milioni di morti cadono.

Un bambino morto di fatica ad un telaio inglese del XIX secolo o ad un telaio bengali di oggi non sembra comparabile alla vittima di un campo di lavori forzati siberiano.

Da rammentare i morti per droga in tutto il mondo nati da quel commercio? Tutti vittima di … nessuno in particolare. Nel cinema hollywoodiano e in molti anime i cattivi hanno caratteristiche definibili, mentre nella realtà sono gli stessi che si pavoneggiano e vengono considerati come beneffattori….

Per me il discorso di thy non fa una piega. Chiaro che poi uno guarda ai veneti, ai coreani, ai cinesi, ai vietnamiti, con ammirazione. Se rinunci a frignare puoi superare qualsiasi ostacolo. Non credo che la vittoria sia il fattore dirimente per la simpatia. Riceviamo e volentieri pubblichiamo: Dichiararli posseduti e bisognosi dello Spirito Santo è , secondo me, sia più precisa come definizione sia più efficace come propaganda.

Sembri Aldo Busi da Giulia Innocenzi: Si a france ma calcolando che te de spiritualità nun ce capisci n cazzo , ar massimo me baci r culo, ma no perché me piaccia a me. Non è che se Mirkond cià dei problemi ed è un beota su certe sue fisime , te le fisime non ce le hai eh. Se ad esempio ciài un vestito in più, rilassati, verrai di certo giudicato, e di vestiti in più inutili, te come io , ne abbiamo molti.

Perché te pensi solo al materiale, in questo cianno raggione. Ma la prima devianza è la vanità. Il Sufismo è una grande esperienza spirituale. Bisogna solo discernene i veri Santi di Dio, dai mestatori e dai pervertiti. Come i Legionari di Cristo nella Chiesa Cattolica….. Come i froci ci sono sempre stati. E la Provvidenza li aiuta? O magari ricorrono a quello stato sociale che ufficialmente disprezzano?

Ah mmo le inculate si chiamano diritti? Cioè il credere che esista uno stato sociale ossia che si riceva più di quanto viene estorto in qualità e servizi, robba di fabiana memoria, si chiama lotta per i diritti sana e giusta?

Quelli non sono proprio diritti perché la delegazione è un procedimento di frogizzazione generale. Se non impari a ragionare non ti dico per millenni ma almeno per secoli, non andrai tanto avanti. Io poi non ho detto che il comunismo è liberismo suvvia. Non capisco perché tiri fuori satana. Per quanto riguarda la strizza, rilassati. Se davvero facessimo quel che dovremmo fare, ti incarcerano o rovinano, ancora non è tempo di assasinamenti, prima che si crei qualcosa che oltretutto non si creerà mai nel modo che andate paventando perché potrai trovare solo qualcheduno con cui solidarizzare.

Il motivo per cui farsi eliminare deve essere lo stesso per cui alcuni andrebbero eliminati. Che il tempo sia quel che sia, è solo un mero dato di fatto. La situazione della gente normale in Gran Bretagna mi sembra semplicemente triste se non disperata. Buon per i dati economici generali. Quello che si vede in giro nelle città mi sembra al novanta per cento gente ridotta a vita di m… se le va bene. E parlo con cognizione di causa….

Specifico una cosa sul Politically Correct: Non vogliamo che il bambino sia privato, per la legge umana, della paternità e della maternità. È già accaduto in altri paesi del mondo. Quindi è tutto un gombloddo di Hamas per mettere in cattiva luce gli estremisti israeliani. Far West Style …. PS seriamente, come stiamo negli USA a omicidi per futili motivi da arma da fuoco? Intanto il suo vallo, taglierebbe fuori per primi, gli Ungheresi della Voivodina settentrionali. Le cui donne sono ben lontane dai canoni di bellezza di Eva Henger….

Incolti, vecchi, stravecchi, marci di cattolicesimo. Busi si alza e attacca tutti…. La conduttrice infatti si rivolge a Therese chiamandola per nome e dicendole di stare calma perché è incinta. A me busi mi sembra frustrato dal rapporto di amore e odio che ha con la televisione. Farebbe prima a starsene a casa.. In effetti oltre a essere una delle poche serie italiane riuscite e divertenti è anche una delle più realistiche! Adesso invece significa voler esservi riconosciuti a tutti i costi ….

Era la storia di un uomo minimo, semplice, una figura perduta, raccontata alla beckett magari: Mi sono spiegato di fretta. La scuola non ha lo scopo di preservare la cultura popolare.. Sarebbe come rimproverare un ospedale per i treni in ritardo. Insomma, la letteratura non va presa troppo sul serio. Poi un giorno al bar incontra Beckett, circondato da amici, che se la ride.. Comunque, per chiarezza, non credo che la scuola- intesa come professori e programmi ministeriali- inciti alla xenofobia.

Mio padre, come gli umarell ricordati da Moi, semplicemente è dovuto andare a lavorare da giovanissimo. Ti ricordo che Pasolini scriveva quando i Ministri della Pubblica Istruzione erano immancabilmente Democristiani, seppur con simpatie vagamente sinistrorse ….

Che i ministri della PI fossero democristiani non ci sono dubbi. Da qui a sostenere che la scuola sostituisse con nozioni razzistiche il buon senso ecumenico degli italiani mi sembra una tesi molto, molto tirata per i capelli.

A dirla tutta non siamo malaccio come popolo. E il vino, miseriaccia! Il Papa ha raggiunto le posizioni ecologiste del Patriarca ecumenico di Costantinopoli, vuole festeggiare la Pasqua assieme agli ortodossi … non è che alla fine diventiamo tutti ortodossi? Qui in Germania poi se bevi vino sei pure più attraente per le tedesche.

Busi si sente superiore perché cita libri di Filosofoni e di Letteratoni anziché vulgate da SocialNetwork! Argomento su cui gli ottimisti non si chiedono MAI del perché uno sia pessimista. In generale, le condizioni oggettive sono superabili con relativa facilità. Se tu volessi, impareresti a cucinare in poco tempo e risolveresti uno dei tuoi problemi e te lo dico perchè io so cucinare e sono decisamente imbranato.

Sarà anche una predisposizione caratteriale, te lo riconosco. Quale modo migliore per celebrare il family day che ricordare che anche Pitcairn, lo stato più piccolo del mondo, permette il matrimonio gay?

Leggo tahitiane e Wikipedia ripete quasi integralmente la mia frase! Secondo me ha ragione il mio buon concittadino Moi… non credo che Pitcairn sia uno stato sovrano! La questione che è non semplice: Sono sicuro che habsburgicus ne sa di più e potrà raccontare meglio, ma mi pare che ad un certo punto il vaticano aveva esplorato la possibilità di entrare a fra parte delle nazioni unite e aveva rinunciato dopo aver preso atto di un atteggiamento piuttosto tiepido degli usa.

Le sue relazioni internazionali sono in realtà pochissime e meramente con funzioni pratiche es. Il caso del nunzio apostolico pedofilo. Se lo scopo è fugare i timori di quanti scendono in piazza per il Family Day, temo che questa iniziativa di Sel possa avere — al massimo — solo effetti controproducenti….

Giuro di non voler vedere anche un pappagallo parlante sulla tua spalla ma insomma devi raccontare …. Invece dovresti sapere che la mentalità ebraico-romana impone di andare in giro per il mondo a rompere i coglioni. Scusa, Daù … ma non erano Cristianesimo e Islam a voler convertire il Mondo pardon: Hai colto la situazione.

Ma lo sguazzamento cessa ed entrano in catalessi non appena incominciano a capire qualcosa, qualcosina … ina ina di quel che gli dicono i missionari…. Israele in questo è il mio esatto opposto.

Sopra ai spesso anche sotto ai anni moltissimi assomigliano in modo impressionante a quintali di coltivatori diretti di queste parti, clienti di mio padre quando ero ragazzino.

Sei tu che tieni prigioniero Elvis preso in custodia da tuo nonno? Reagan si è reincarnato in un manzo di Bedonia e tu lo devi sorvegliare? Ma caspita, non è molto più semplice e anche più soddisfacente die semplicemente le cose come stanno? Comunque non mi drogo.. Gotcha, le allusioni che comunque a me piacciono poco, ma ripeto, sono gusti funzionano quando il destinatario del messaggio capisce a cosa si allude.

Invece salta fuori che alludevi a una serie TV americana. Ma soprattutto, perché vi alludevi? Ma perché non ci hanno capito un cazzo? Perché tutto sommato, nonostante la Storia, ma più ancora, nonostante la trama , continuano a immaginarsi gli Spartani antichi come gli americani moderni: Tra le marce del Tercio e la bomba atomica, continuo a preferire le prime, e mi sembrano più umane.

Ma io non ti ho rimproverato di non esser chiaro, anzi; ho capito quello che volevi dire. Io lo trovo fantastico. Lo ammetto, prima non avevo idea di cosa fosse. Mi faceva pensare a un tizio non proprio guercio, ma quasi, e con lo sguardo torvo. Dimenticando che la natura animale ha le sue leggi che sono diverse dalle nostre.

Mentre conosco una persona che ha portato una gattina azzoppata in comunità da sorema, e dopo averle fatto amputare la zampetta posteriore, vuol farla sterilizzare per evitare che si accoppi perché non potrebbe reggere una gravidanza. Intanto la gattina viene tenuta in gabbia, altrimenti avrebbe già preso il largo… Ora mi chiedo se tutte queste attenzioni siano vero amore, oppure solo incapacità di accettare leggi di natura diverse dalla nostra…..

Se dovessi scegliere tra cuffaro e Rasmussen, stringerei le palpebre e le labbra come quando mangi un limone.. Per non parlare degli Asburgo tra e e , i Savoia nel e Austria, bordello gratis contro le troppe tasse La protesta di un imprenditore di Salisburgo: Code chilometriche davanti al postribolo. Purtroppo Dio mi ha fatto vigliacco…..

Trovo che siano elementi importanti ovunque, e naturalmente a maggior ragione nelle forze armate. Gli Spagnoli sono più estremi degli Italiani. Loro vedono le cose in bianco e nero. E dunque i mercenari esteri che si arruolavano nel Tercio, ne venivano contagiati, oppure erano già degli estremisti della guerra in patria. Anche da noi, nelle Due Sicilie, i reggimenti borbonici più kattivi, erano proprio quelli esteri gli Svizzeri e i Bavaresi…. Ma tra strategie ed impeto, freghiamo sia i mauritani che i germani.

Se proprio non sai dove sbtter la testa fatti una sega! Che mi dicano pur vigliacco.. Forse mi sono troppo abituato agli eroi degli anime giapponesi della mia infanzia.

Pare che Salvini e Fedez stiano litigando sul videogame preferito da entrambi unica cosa che li accomuna? Un anno di servizio civile anche per lui!

Le hai prese le goccine oggi? Mi fai preoccupare matteosalvinimi. Moi, non eri un sostenitore della teoria di mettere due persone su un ring, a vedersela tra di loro senza rompere le palle agli altri? Non sarebbe il caso di applicarla a Salvini e Fedez? Oltretutto, più che le analogie, io mi chiedo quali siano le differenze tra i due. A meno che il costume che si indossa per fare cosplay sia davvero considerata una differenza, intendo. Noi abbiamo Salvini e Fedez…. Lo stesso vale per le femmine: Non li vedo i video di solito.

Ad ogni modo è una semplice questione di Forza. Ergo non sto a dà n giudizio, ormai sto alla fase nun me ne frega n cazzo.

Temo che tu ti trovi tremendamente a disagio ogni volta che scopri che il mondo non è unicamente popolato di macchiette. Io invece, quando a scuola studiavo le guerre sannitiche, ero sempre dalla parte dei Sanniti.

Come pure di quella dei Liguri…. Detto questo, pur con delle ragioni, i discorsi come il tuo, chissà perché, tendono SEMPRE a giustificare le ingiustizie contingenti…. Francesco è semplicemente un borghese di merda, ma prima dei borghesi-proletari ci sono i feudalisti-rentiers e poi i clerical-professorali. Noi poracci stamo al di sotto, il che rischia addirittura di poterci rendere peggiori. Ad ogni modo a breve se cambio casa mi faccio lascià qualche numero pé mail prima che accanni internet perché ormai è chiaro che è la morte, perlomeno per me.

Inutili no , e certo qui ci ci sono stati molti spunti e messaggi da cui si è appreso. Ma non slo conta la Vita più di questo, ma dal mio punto di vista lo Spirito stesso.

Oltre al contributo che probabilmente stiamo dando al network del male. Basta non farsi coinvolgere troppo.. Sono troppo poco serio e impegnato. E non mi riferisco solo alle donne…. Che altrimenti per prima cosa vorresti farla finita TU.

Quando mai infine ho parlato di complotti verso di me?

: Lesbienne timide erotica toulouse

Lesbienne timide erotica toulouse Ma tra strategie ed impeto, freghiamo sia i mauritani che i germani. Quanto al fatto che prima o poi finirà la terra del Paraguay, beh, non credo che in Paraguay tutti diventeranno agricoltori, e poi, che fai, mi diventi malthusiano? Oppure, boh, che non sopporta il Camembert o che da piccolo non poteva soffrire Asterix. E neanche dalla manifestazione massiccia del 18 giugno che riunisce a Madrid 1,5 milioni di persone secondo gli organizzatori, secondo la polizia. Investimenti nella sanità vuol dire: Al suo fianco, Valérie saluta la folla con la mano.
Lesbienne timide erotica toulouse 156
VIDEO DE SEXS TRANSEXUEL CLERMONT FERRAND Ma poi, qui, ha tirato fuori la grinta. L nostro centralino telefonici, che lo fa sembrare simile ad Donne Rumene Furbe Firenze una categorie con approfittare della copertura potrebbero variare. Ho scritto un libro. Insomma, torna la Francia che ci piace: Invece, invita i cattolici a scrivere ai loro eletti per esprimere la posizione della gerarchia. Poi hai effettivamente ragione: Ora che sono qui, perché dovrei andarmene?
Lesbienne timide erotica toulouse Femme mure photo escort taverny
Se vogliono darmeli va benissimo. Quindi gli agricoltori stavano meglio, quindi non hanno lasciato la produzione trasferendosi in massa in città a fare i lavoratori, quindi la proprietà non è tornata ai latifondisti. Ma lo sguazzamento cessa ed entrano in catalessi non appena incominciano a capire qualcosa, qualcosina … ina ina di quel che gli dicono i missionari…. Il risultato è che io e te di guerre non ne facciamo, mentre Israele, beh…. Ma la domanda è:

La sinistra ha nel frattempo deciso di unirsi: La Francia "si scopre" di destra. Certo, si è votato per elezioni regionali e circa un francese su due si è astenuto, ma la partecipazione è comunque salita rispetto alle regionali del di circa tre punti. Qui il candidato del centrodestra arriva staccato di oltre dieci punti da quello frontista e solo il ritiro di quello socialista annunciato ma non certo potrebbe evitare la terza regione a guida Fn.

In questo caso determinante sarà la scelta dei repubblicani. Non ci sono dunque dubbi sul vincitore di questo primo turno. Il Fn ha saputo mantenere intatto il trend positivo degli ultimi anni, passando indenne le delicate settimane del post novembre: Un monito da non trascurare in vista delle presidenziali del Altrettanto certo è lo sconfitto, il Ps: La frammentazione a sinistra è un dato da non trascurare. E un giudizio di questo genere trova fondate ragioni sia analizzando il voto da un punto di vista locale, sia passando a considerazione di politica nazionale.

Primo posto solo in quattro regioni, con solo due di queste praticamente già conquistate si tratta di Pays-de-la Loire e di Auvergne-Rhone-Alpes. Stessa situazione per Valérie Pécresse in Ile-de-France, dato che il candidato socialista dovrebbe raccogliere una parte consistente del voto ecologista e di estrema sinistra, mentre la riserva di voti della destra repubblicana appare esigua. In definitiva se il Front dovesse eleggere due, o addirittura tre presidenti di regione, la sconfitta sarebbe prima di tutto cocente per Les Républicains e avrebbe chiare ricadute a livello nazionale.

Il primo turno è dunque già una evidente bocciatura della strategia di Sarkozy, il quale non si configura come vera e credibile opposizione al governo socialista, tanto da consentire a Marine Le Pen di indicare il suo partito come il primo partito di opposizione. Se Cambadélis ha già dato alcune indicazioni perlomeno per tre regioni, Sarkozy ha annunciato che il suo partito manterrà sempre i suoi candidati al secondo turno è la linea del ni fusion, ni retrait.

Viene ora da chiedersi se a questo punto sia possibile parlare di quadro tripolare nel contesto politico francese. Per dare una risposta definitiva bisognerà naturalmente attendere le presidenziali del e forse ancora di più le successive legislative. Tuttavia si tratta di una tendenza in atto, che ha mostrato già segnali evidenti a partire almeno dal voto presidenziale del Ma cominciare a pensare che questo si possa realizzare è ormai più che lecito.

Da Sarkozy a Hollande, i tentativi di ammorbidire la legge del sul non riconoscimento delle religioni. Le stragi terroriste ora chiudono anche quelle parziali aperture. E la strage a Charlie Hebdo e gli attentati del 13 novembre non spostano la questione, anzi la rendono ancora più attuale. La riunione era allargata a diverse correnti compresa quella che si ispira ai Fratelli Musulmani. Promulgata nel questa legge nega un riconoscimento ufficiale delle diverse religioni e vieta ogni intervento finanziario a loro favore.

Modificarla è un rischio che, nel contesto attuale, nessuno oggi in Francia sembra voler correre. Intervista a Pascal Blanchard , uno dei massimi studiosi della storia coloniale e francese.

La strage di Parigi avviene in un clima particolare per la Francia. Il paese è attraversato da anni da una angoscia identitaria e da nuove fratture, sia sociali che culturali, che sembrano aver finito per mettere in discussione gli stessi valori della République. Molti dei temi che sono al centro del suo lavoro, dalla mancata assunzione del passato coloniale fino alla ricerca di una nuova identità da parte dei giovani francesi figli o nipoti degli immigrati arabi o africani, sembrano rappresentare lo scenario che fa da sfondo ai fatti di questi giorni.

La strage compiuta dagli jihadisti non potrà che rendere tutto ancora più difficile. Quale è la situazione nel suo paese? Penso che la crisi che attraversa la Francia vada al di là della tragedia che ha colpito Parigi. Piuttosto, proprio questi fatti rappresentano uno degli aspetti più visibili e drammatici della situazione del paese: Solo che in questi casi si rischia sempre di non guardare al modo in cui i fenomeni hanno preso piede.

E questo si avverte anche sul piano culturale. Lei ha spiegato come i simboli e il profilo della République non rappresentino più tutti i suoi cittadini. Il problema è proprio questo: Credo siano due i fattori decisivi che hanno caratterizzato il processo che ha portato a questo stato di cose. Il primo riguarda il fatto che non si è mai davvero superato il passato coloniale del paese che ha finito per mescolarsi con il profilo stesso delle sue istituzioni.

È questo il lavoro decisivo che resta ancora da fare. Lei ha ragione, ma affermare questo in Francia equivale a riconoscere quella crisi dei valori della République che in molti, specie tra i rappresentanti politici e nel mondo intellettuale, si ostinano a negare.

Ho qualche dubbio a contrapporre le forme di multiculturalismo che regolano la vita collettiva negli Stati Uniti o in Gran Bretagna e il cosiddetto modello repubblicano francese, il cui vero limite è che ha smesso di funzionare perché non ha preso atto delle trasformazioni e delle modifiche profonde che sono intervenute nella nostra società.

Paradossalmente in Francia si parla di comunità si fa riferimento alla Bretagna o alla Corsica, ma si esita a farlo per descrivere le molteplici identità fiorite nel paese con il passare del tempo. Oggi, queste due prospettive si contrappongono in modo radicale perché, per alcuni, il fatto stesso che la società francese possa aprirsi alle differenze significa che si sta avviando verso il declino e, in ultima istanza, verso la sua fine.

A scorrere le biografie degli assalitori del Bataclan viene da pensare che dieci anni sopo la grande rivolta delle banlieue il sogno di trasformazione di alcuni giovani delle periferie si è trasformato in un incubo di morte e autodistruzione.

La stragrande maggioranza ha continuato a vivere la propria vita e sono moltissimi coloro che sono ancora impegnati in attività sociali nei loro quartieri. Molti di costoro sembrano non saper più chi sono e non a caso la scelta di integrare lo Stato islamico o altre simili organizzazione terroriste equivale in molti casi ad annullare la propria individualità nel contesto di una guerra dove la ricerca della morte è considerata come il bene supremo.

Lettera aperta a Israele già inviata a Karol Wojtyla sulla necessità di "pensare un altro Abramo". Ma le sue parole sono stata aspramente criticate in un articolo del New York Times molto cliccato nei social media.

Non sono forse esseri umani quelli sterminati qualche giorno prima nella strage di Beirut? E che dire delle tante stragi che trovano spazio marginale nei media?

Viene da pensare che ci siano ranghi diversi di umanità. Quel concetto, che prometteva di essere universale, sembra disgregarsi. Diventiamo quasi analfabeti emotivi, mentre quelle persone scadono a nonpersone. A partire dal volto di ciascuno. Bisogna rimettere la pace, e non la vittoria, al centro della nostra agenda politica.

O meglio, siamo ormai tutti dentro la guerra. Colpiamo e ci colpiscono. Dopo altri, e purtroppo prevedibilmente prima di altri, paghiamo il prezzo e portiamo il lutto. Ogni persona morta, certo, è insostituibile. Ma di quale guerra si tratta? Non è semplice definirla, perché è fatta di diversi tipi, stratificatisi con il tempo e che paiono ormai inestricabili. Guerre civili nazionali e transnazionali.

Guerre di interessi e di clientele imperialiste. Guerre di religione e settarie, o giustificate come tali. In una violenta reazione collettiva, la guerra precipita tutti i conti non saldati delle colonizzazioni e degli imperi: Nessuna guerra di religione, diciamolo chiaramente, ha le sue cause nella religione stessa: E ricchezze troppo grandi, e troppo grandi miserie.

Tutti i cittadini dei paesi arabi sono ostaggi, nella tenaglia di ferro forgiata con questi elementi: Prima di tutto, e assolutamente, riflettere, resistere alla paura, alle generalizzazioni, alle pulsioni di vendetta. Naturalmente, prendere tutte le misure di protezione civile e militare, di intelligence e di sicurezza, necessarie per prevenire le azioni terroristiche o contrastarle, e se possibile anche giudicare e punire i loro autori e complici.

La pace per tutti coloro i quali vi hanno interesse, sulle due sponde di questo mare comune che ha visto nascere la nostra civiltà, ma anche i nostri conflitti nazionali, religiosi, coloniali, neocoloniali e postcoloniali.

La chiusura delle frontiere, la loro imposizione a scapito del multiculturalismo delle società di tutta la regione, questa è già la guerra civile. Il lutto diventa legge. Ho cenato in un ristorante che dista dieci minuti da un altro obiettivo degli attentati. Le persone che conosco stanno tutte bene, ma ci sono molte altre persone che non conosco, che sono traumatizzate, o in lutto. È scioccante, e terribile. Oggi le strade erano abbastanza movimentate, durante il giorno, ma vuote di notte. Stamattina era tutto completamente fermo.

Lo stato di emergenza dissolve la distinzione tra Stato ed esercito. La gente vuole vedere la polizia, una polizia militarizzata a proteggerla.

Un desiderio pericoloso, per quanto comprensibile. Ho partecipato a uno di questi, a Place de la République: Trovo significativo, personalmente, che Hollande abbia dichiarato tre giorni di lutto ufficiale, nello stesso momento in cui intensificava i controlli di sicurezza.

Stiamo partecipando a un momento di lutto? O stiamo legittimando la militarizzazione del potere statale, o forse la sospensione della democrazia? In che modo questa sospensione accade con più facilità, quando viene venduta in nome del lutto? La voce dello Stato dice che abbiamo bisogno di limitare le libertà, al fine di difendere la libertà - paradosso che non sembra affatto disturbare i commentatori in tv. Gli attacchi, in effetti, erano chiaramente rivolti a luoghi emblematici della libertà quotidiana in Francia: Suona quasi come uno sconfinamento da un altro contesto.

Tutti i candidati alla presidenza della Repubblica non hanno lesinato le loro opinioni: Sarkozy propone i campi di detenzione, affermando la necessità di arrestare chiunque sia sospettato di avere legami con jihadisti. E non è da escludere che la Francia decida di consolidare la sua guerra nazionalista contro gli immigrati dal momento che uno degli assassini è arrivato in Francia passando per la Grecia.

La questione politica centrale è questa: Difficilmente si parla dei quasi 50 morti a Beirut il giorno prima, o dei uccisi in Palestina solo nelle ultime settimane, o degli attacchi ad Ankara. La paura e la rabbia possono gettare con assoluta fierezza tra le braccia dello stato di polizia. Suppongo che sia questo il motivo per cui mi trovo meglio con chi si trova invece nella situazione di stallo. Ed è difficile pensare quando si è paralizzate dallo spavento. Ci vuole tempo per farlo, e qualcuno che sia disposto a farlo insieme a te - qualcosa che ha la possibilità di accadere, forse, in un rassemblement non autorizzato.

Apparso su Revista Cult , 13 novembre Tradotto da Federico Zappino, con la collaborazione di Marco Liberatore. Siamo lontani anni luce da un Sartre schierato con gli operai o da un Foucault che denunciava le condizioni carcerarie. Al centro di questo nuovo caso figurano quattro personaggi che a prima vista non hanno nulla in comune. Eric Zemmour è un polemista nostalgico di una Francia senza stranieri. Quanto a Michel Onfray, è autore di successo di una controstoria della filosofia, demolitore di tutte le idolatrie, compresi Freud e la psicanalisi.

Sono tutti accusati di deriva a destra, e di fare il gioco del Front National. Siamo lontani da un Sartre schierato con gli operai della Renault in sciopero francesi e immigrati , da un Foucault che denunciava le condizioni di vita dei carcerati francesi e immigrati. E questa duplice esigenza favorisce il generalizzarsi di comportamenti trasgressivi.

E rileva due indizi che strutturano tuttora gli interventi degli intellettuali mediatici. Gli intellettuali mediatici non sono altro che i loro portavoce, senza neppure il privilegio di essere stati i primi. Se vanno a destra, non è per una loro inclinazione, ma perché seguono la china delle idee preconcette. Sono assorbiti dal buco nero dei media, che inghiotte e divora ogni esperienza reale di creazione o di pensiero.

A soccombere sono tutte le figure del potere: Traduzione di Elisabetta Horvat. Marine Le Pen esulta. Nomi di rilievo del mondo culturale esprimono idee simili o addirittura identiche alle sue.

Poco importa che si tengano a distanza. Il Front National guadagna elettori per cento e sotto banco non manca di alleati nella destra democratica, ma ufficialmente nella società politica è come se fosse in quarantena.

E in particolare lo è per gli intellettuali. Dai quali, come si legge nel suo sito, scaturiscono risposte in cui si intravede un percorso con tante deviazioni: Per i suoi scritti, la sua erudizione, le sue polemiche, la vivacità del suo linguaggio, costellato di provocazioni e a volte di insulti ha dato del cretino al primo ministro Manuel Valls , Michel Onfray è considerato il filosofo più popolare di Francia, che non significa il più autorevole.

Lui si è infilato a metà strada nella breccia. Voltaire, ad esempio, che si batte per la riabilitazione di Jean Calas, mercante protestante giudicato e giustiziato perché ritenuto colpevole a torto di avere assassinato il figlio per impedirgli di convertirsi al cattolicesimo.

O era immaginata in questo ruolo. Questi due ultimi con meno clamore di Sartre. Michel Foucault lo aveva capito e si è impegnato su temi precisi: E questa sinistra si riunirà il 20 ottobre alla Mutualité per difenderlo dalle accuse che gli sono state rivolte. E alla riunione dovrebbero essere presenti: Un omaggio a Kurt H. Wolff e a Barrington Moore Jr. Specie se si considera che il filosofo francese è nato a Parigi nel da un padre ebreo sopravvissuto ad Auschwitz e una madre ebrea a cui i nazisti sterminarono tutta la famiglia in Polonia.

Il titolo è una citazione di Charles Péguy: Finkielkraut si mette alla prova del presente, convinto che molti suoi contemporanei abbiano perso la capacità di vedere le cose come stanno. Ma ritardo rispetto a chi, a che cosa? Questa disattivazione del virus, che dovrebbe rallegrare gli antifascisti, li getta al contrario nel furore e nello spavento.

Se questo pericolo supremo venisse a mancare, sarebbero come dei bambini perduti, vagherebbero senza punti di riferimento in un mondo indecifrabile. Ecco perché, secondo Finkielkraut, Marine Le Pen continua ad avanzare: Ieri mattina il filosofo presentava il suo libro alla radio France Inter, dove è intervenuto a favore di Nadine Morano: Dopo aver consigliato tanti presidenti, da François Mitterrand a Nicolas Sarkozy, con Scegli la tua vita!

Attali ha deciso di rivolgersi ai cittadini, deluso da leader che anziché governare, temporeggiano. La crisi economica ha provocato un atteggiamento di attesa sproporzionata nei confronti della politica e dello Stato, mentre scarseggia lo spirito di iniziativa e responsabilità individuale. Ovvero non delegate più ad altri quello che potete fare da soli. Cosa aggiunge il suo libro? Nella società di oggi, dobbiamo inseguire un traguardo successivo: Propongo di fare un azzardo simile, ma sulla nostra vita: Non crede più alla politica?

Stati e imprese non hanno più prospettive di crescita, vivono a credito sulle spalle di generazioni passate e future. Agli Stati rimarranno poche prerogative: È questa deriva che porta alcuni elettori a ripiegarsi su un totalitarismo paternalista e xenofobo, mentre la viltà degli uomini politici impedisce di attuare riforme impopolari, ma necessarie.

La risposta al sentimento di delusione, impotenza rispetto alla politica, è la ricerca del potere personale. Scegli la tua vita! Inoltre, se tutti i cittadini combattessero per realizzare se stessi, anche la società andrebbe meglio. La libertà non è solo votare, consumare, e non si limita nemmeno al diritto di manifestare o alla libera espressione. Dobbiamo conquistare il diritto a essere noi stessi.

Siamo in un periodo storico che assomiglia al Rinascimento. Nonostante la mia diagnosi sia preoccupante, non sono pessimista. In ogni istante, mi interrogo su come posso rendermi utile. La campagna di un gruppo femminista per cambiare nome alla Dichiarazione del Nel frattempo sono passati più di due secoli e la Dichiarazione che ha ispirato numerose carte costituzionali ed è considerato un fondamento delle democrazie moderne viene ancora citata in Francia con la formula originale, come se i diritti fossero solo riservati agli uomini.

Un dettaglio simbolico che ora gruppi della società civile chiedono di correggere in nome della parità. La Francia ha ostinatamente mantenuto la dicitura iniziale per rispetto alla Storia.

Ma è anche vero che si tratta di una sfumatura invisibile nei discorsi pubblici e che stenta a essere colta dalle nuove generazioni. Ora la parola passa al Presidente che la settimana prossima farà entrare nel Panthéon due donne e due uomini: Rivoluzione nelle fila cattoliche. Ad una scadenza ancora incerta - ? Non si tratta di un dettaglio o di una disputa bizantina. Le sono stati necessari 17 anni di lavoro e la collaborazione di 70 traduttori - esegeti, biblisti, innografi - per giungere a questo risultato.

Quegli eminenti traduttori sono partiti dai testi originali in aramaico, in greco, in ebraico, e non più dalle traduzioni già esistenti. Il Padre Nostro è la preghiera di base di tutti i cristiani, indipendentemente dalla loro confessione, cattolica, protestante, ortodossa o anglicana.

Essa è tanto più sacra in quanto, secondo i vangeli di Luca e di Matteo, è stata insegnata direttamente da Cristo stesso. Ritrascritta dal greco al latino, è stata poi tradotta nelle lingue parlate del mondo intero. Compare in ogni celebrazione della messa dopo la preghiera eucaristica. È anche recitata in tutte le assemblee ecumeniche. È il segno di una volontà di riconciliazione e di unità di tutte le confessioni cristiane, nate dallo stesso vangelo, ma separate dalle loro istituzioni.

Ma perché cambiare oggi un simile monumento della spiritualità cristiana, sul punto preciso della tentazione? Secondo i vangeli, Cristo ha trascorso quaranta giorni nel deserto ed è stato tentato da Satana: Gesù stesso ha detto ai suoi apostoli nel giardino del Getzemani, la sera della sua passione, proprio prima del suo processo e della sua morte in croce: Questo verbo avrebbe dovuto essere tradotto con: Controsenso, se non addirittura bestemmia, si protesta in seguito.

Oggi si torna quindi ad una formulazione più corretta: La tentazione è opera del diavolo. Ora occorre che i protestanti, gli ortodossi, gli anglicani si allineino su questa nuova formulazione cattolica. Nel , i teologi cattolici, protestanti, ortodossi si erano alleati per riflettere su una traduzione veramente ecumenica con gli stessi termini del Padre Nostro, che non esisteva prima della rivoluzione del Concilio Vaticano II. Avevano proposto un testo comune alle loro Chiese, che lo avevano adottato.

Anche solo per smentire coloro che si lamentano dello stato di avvicinamento ecumenico che avrebbe perso vigore e si preoccupano del risveglio di riflessi comunitari. Un boato di gioia, grida e applausi della folla emozionata fuori dalla Corte Suprema hanno accolto la notizia della decisione di abrogare la Doma, la legge federale Usa che nega in sostanza le nozze gay. Tantissimi con bandiere con i colori del movimento gay e striscioni da giorni attendevano questa sentenza che ha un carattere storico.

Su questa posizione, che accomuna la difesa del diritto degli Stati a legiferare sul matrimonio e il sostegno alle nozze gay, si è ritrovata una maggioranza di 5 giudici che include oltre al presidente il conservatore Antonin Scalia e i liberal Ruth Bader Ginsburg, Stephen Breyer, Elena Kagan. Fuori dalla sede della Corte Suprema i militanti per i diritti gay hanno reagito alle sentenze con espressioni di giubilo.

La battaglia contro il matrimonio delle coppie gay è davvero la causa di questo gesto estremo? Bisognerebbe essere prudenti prima di trarre facili conclusioni perché, come dicevo, si tratta di un gesto eccezionale, qualcosa di mai visto prima nel nostro paese.

Ogni paragone è fuorviante. Anche i suoi amici e il suo editore sono stati colti di sorpresa. Ma non si limita a questo. Parla anche molto di immigrazione, della cosiddetta identità nazionale. Di sicuro, Venner si era convinto che la Francia era ormai entrata in una fase di decadenza irreversibile.

Una situazione che lui, avendo alle spalle un certo tipo di passato, considerava intollerabile. Su questo non possiamo speculare. I contenuti di una o più missive sono ancora segreti. Non apparteneva a nessun partito. Ora la situazione rischia di sfuggire di mano.

Ho appena letto un blogger algerino: Serviranno certamente gesti nuovi, spettacolari e simbolici per smuovere i dormienti, scuotere le coscienze anestetizzate e risvegliare la memoria delle nostre origini. È decidendo noi stessi, è volendo veramente il nostro destino che sconfiggiamo il nulla. E non ci sono scappatoie a questa necessità, perché abbiamo soltanto questa vita, in cui siamo chiamati a essere interamente noi stessi o a non essere nulla.

Parigi entra a far parte del gruppo dei paesi che hanno riconosciuto in pieno le unioni omosessuali. Il testo passa solo grazie al voto di senatori di destra e del centro.

Il presidente della Consulta: E proprio nel giorno in cui arriva la notizia dalla Francia, il presidente della Consulta, Franco Gallo chiede al Parlamento di affrontare il nodo delle unioni gay, sollecitando una "regolamentazione della materia nei modi e nei limiti più opportuni". Su di essa il Paese si è spaccato. In prima fila, oltre alle formazioni politiche della destra, anche la Chiesa cattolica, i musulmani e gli evangelici.

Hanno compensato diversi senatori della destra e del centro che hanno votato in favore del testo. Arriva da Jean Baubérot, celebre storico delle religioni e fondatore della sociologia della laicità. Mi sembra che sia un problema, per la Chiesa cattolica e per come il mondo guarda alla Chiesa, che il Pontefice abbia una doppia funzione, sia insieme un capo spirituale e un capo di Stato. Ma il Tibet è occupato militarmente dai cinesi. Invece i cosacchi non sono mai riusciti ad arrivare in piazza San Pietro Quando ci ha rinunciato, e lo ha fatto solo nel , quando era già in esilio da decenni, è stato certamente un atto simbolico.

Io trovo che la Chiesa abbia tutto il diritto di pronunciarsi su temi politici o di società. Aggiungerei anche che questa confusione fra spirituale e temporale indebolisce entrambi i poteri e non ha buoni effetti sulla società. Il 2 aprile il testo della normativa passerà al vaglio del Senato. Il voto finale è arrivato alle cinque di pomeriggio di ieri. Altri tre, Nathalie Kosciusko-Morizet, candidata potenziale a sindaco di Parigi, Edouard Philippe, deputato e sindaco di Havre, e Pierre Lellouche, deputato di Parigi, hanno scelto di astenersi dal voto.

In realtà i conservatori che si sono astenuti o che hanno votato a favore sono di più. Già nel la battaglia conservatrice contro i Pacs Pacte civil de solidarité , che hanno rappresentato un primo riconoscimento giuridico delle unioni fra omosessuali, si è conclusa con una sonora batosta.

La mobilitazione è stata poi ripetuta il 13 gennaio, quando a Parigi sono arrivati quasi un milione di manifestanti. Oltre alle unioni civili, che esistono in dieci Paesi della Ue, i matrimoni omosessuali sono oramai legge in sei Paesi europei: Nel nome della "Tradizione". Quando si oppone il dono allo scambio, apparentemente si va contro la più celebre definizione di scambio, quella formulata da Marcel Mauss negli anni Venti, e sulla quale continua a basarsi la maggioranza degli studi sul dono.

Secondo Mauss, il dono è un caso particolare di scambio, vale a dire uno scambio gratuito. Grazie allo scambio gratuito, ma che comporta una logica di reciprocità, è mantenuta la pace.

È il sistema del dono di potlatch. Il dono è di fatto uno scambio, senza la mediazione della moneta. Si dirà che vi sono scambi gratuiti, il dono, e scambi non gratuiti, il commercio, mediato dal valore di scambio e dalla moneta.

Se faccio un dono a qualcuno, egli mi deve qualcosa, anche se io non gli chiedo nulla. In uno scambio economico, è chiarissimo che devo qualcosa.

In verità, colui al quale è stato fatto il dono, anche se glie è stato fatto per niente, deve qualcosa, almeno la riconoscenza dalla quale cercherà di sbarazzarsi facendo un giorno un contro-dono. Se non dona niente in cambio, lo riterranno tutti un ingrato, avrà perso la reputazione di uomo generoso perché gli è stato fatto un regalo che lui non avrà reso. Colui che riceve dovrà dunque pagare, in termini reali o simbolici. Chi entra nel deficit simbolico, pagherà con gli interessi.

Il dono è sempre sospetto, non solo di ipocrisia, ma prosegue implicitamente in uno scambio tanto più radicale in quanto sarà fatto in modo sotterraneo e forse morboso. È possibile avere un dono pur riducendone il beneficiario, il donatario. La scomparsa del donatario non impedisce il dono. Proviamo a essere cinici: Ma ci sono doni più degni di ammirazione che si basano sulla scomparsa del donatario. Quando doniamo a qualcuno che non ci ha chiesto niente o di cui sappiamo che conserverà la sua ingratitudine e la sua incapacità di ringraziarci, quando sappiamo che ci faremo rimproverare di aver fatto un dono e lo facciamo comunque: Il morto dona nel momento in cui nessuno dona: Diventa il prototipo del dono anonimo.

Il donatore migliore è il donatore assente. È questo il motivo per cui gli antichi dicevano che gli dèi non provano invidia, formula ripresa dai primi cristiani: Dio dona senza invidia , senza fare calcoli, in perdita.

Di fatto, il donatore deve sparire, nel senso che egli dona sempre in perdita, e più dona in perdita più il suo è un dono. Arriviamo alla terza riduzione. E più quel che si dona è importante, più il dono deve essere irreale, irrealizzato e simbolico. Pensiamo a quando si prende possesso di un immobile o di una società che si è acquistata. Per farlo, si va da un notaio e si firmano dei documenti. Più il dono è considerevole, più diviene immateriale.

Non doniamo medicinali, ma la possibilità di sopravvivere a una malattia; non prodotti agricoli, ma la possibilità di mangiare, insomma la vita. Quando donate il vostro tempo, la vostra vita, il vostro amore, in senso stretto, non donate niente. Compite un gesto o un altro, ma i gesti non sono oggetti. Il tempo che donate non è reale, è anzi la sola cosa che il denaro non possa comprare.

Con il tempo si fa denaro, ma con il denaro nessuno ha mai comprato del tempo. Quindi, quando si perde il proprio tempo a fare denaro, non è affatto sicuro che ci si guadagni nel cambio. Più quel che donate è essenziale, meno è reale. Dire che più il dono è fondamentale meno è reale, significa dire la verità. Sono soltanto i doni di pochissimo valore a essere reali, come offrire una sigaretta a qualcuno per la strada.

La questione del dono è davvero paradossale, poiché esso non ha bisogno dei termini dello scambio per apparire come un dono; al contrario, appare come tale solo se si fa a meno dei termini dello scambio. Cosa si produce nel dono? In questo caso si tratta di donare senza aspettarsi in risposta lo scambio, persino senza sperarlo, né desiderarlo.

Egli crea le condizioni eventuali della risposta, ma non è orientato sulla possibilità dello scambio e della risposta. Ha un potere creatore, come non accade per lo scambio. Come al solito, ognuno dà i suoi numeri. Chi la pensa diversamente è sempre stato trattato non come un nemico, ma come un avversario. Il dibattito, nelle piazze e sui giornali, in tivù e in Parlamento, è vivacissimo ma senza toni apocalittici.

François Hollande ha ripetuto che quella di istituire il matrimonio per tutti era la trentunesima delle sue sessanta promesse elettorali e che quindi intende mantenerla. Insomma, torna la Francia che ci piace: Questa Francia riscopre la bella politica, quella che non si occupa soltanto del potere, ma soprattutto degli ideali che dovrebbero ispirarlo.

Si pensava che la Francia fosse anestetizzata dalla crisi, troppo ipnotizzata dalle fabbriche che chiudono e dai disoccupati che aumentano per potersi appassionare per un diritto contestato. E invece eccola qui, in strada con passione e allegria in nome di un principio. E anche scendere in piazza in nome dei diritti di qualcuno che poi, in una democrazia, diventano subito i diritti di tutti.

Non ho una risposta, riconosco il mistero. Quali sono oggi le forme della laicità? Lenoir distingue due modelli: Pensa che sia fondata la teoria della desecolarizzazione, secondo la quale la religione tornerebbe ad applicare le proprie norme collettive alle comunità? Ma il riconoscimento del matrimonio omosessuale non mette in discussione la concezione stessa di coppia?

Il progetto di legge del Governo socialista di Francois Hollande su matrimoni e adozioni omosessuali scatena la protesta della destra e della chiesa francese. Tra i manifestanti, Già prima di vincere le elezioni presidenziali a maggio Hollande aveva promesso una legge su matrimoni gay e adozioni. Alla sua battaglia si sono uniti il gran rabbino di Francia, Gilles Bernheim, il rettore della grande moschea di Parigi, Dalil Boubakeur, e il presidente della federazione protestante di Francia, Claude Baty.

Il17 novembre il movimento contrario alle nozze gay aveva tenuto una prima manifestazione con Sette anni e 23 matrimonio omosessuali dopo, che cosa resta del dibattito sulle unioni tra persone dello stesso sesso che aveva scosso la Spagna, al tempo del voto sulla legge, nel ?

Le unioni si celebrano in pace, come le adozioni di figli da parte di coppie omo. Ma il percorso fu seminato di trappole. Nel le organizzazioni gay e lesbiche cominciano la lotta presentando delle richieste di matrimonio gay nei comuni. Ottengono che il provvedimento figuri nel programma elettorale di José Luis Rodriguez Zapatero. Una volta eletto, il giovane presidente si affretta a mantenere la promessa fatta in campagna elettorale: Nel marzo , il testo comincia, tra vive polemiche, il suo percorso legislativo.

Ma il governo socialista non si lascia impressionare. E neanche dalla manifestazione massiccia del 18 giugno che riunisce a Madrid 1,5 milioni di persone secondo gli organizzatori, secondo la polizia.

La signora Garcia se ne ricorda come se fosse ieri. In piazza Colon, hanno fatto salire sul palco anche dei bambini, contro i nostri diritti Nonostante queste pressioni, il 30 giugno , la Spagna diventa il terzo paese europeo a legalizzare il matrimonio gay, dopo i Paesi Bassi e il Belgio. La legge viene votata con voti a favore e contrari. Tuttavia gli attacchi continuano. Una cinquantina di deputati del Partito Popolare decidono in settembre di deporre un ricorso davanti al Tribunale costituzionale, facendo planare sulle unioni già celebrate una spada di Damocle.

Nel novembre , il tribunale ha chiuso il dibattito. Il dibattito sul matrimonio gay ha preso una piega strana e talvolta inquietante. Che le religioni debbano dire il loro parere su una vicenda che è sempre stata, e lo è ancora, al centro della loro dottrina, è normale.

Il matrimonio, in Francia, non è un sacramento, è un contratto. Nessuno chiede ai religiosi di cedere sulla loro dottrina. Si crede di andare in guerra contro il comunitarismo ed è la laicità ad essere discreditata: Bisogna dirlo e ripeterlo: Non ci sono effetti perversi particolari quando si strappa un bambino da un sordido orfanotrofio e lo si trasferisce in una famiglia con un solo genitore o con genitori omosessuali amorevoli.

La sacrosanta famiglia che ci viene presentata, a scelta, come la base o il cemento delle società. La verità è che gli avversari della legge sempre più difficilmente riescono a dissimulare il fondo di omofobia che governa i loro discorsi. Nel dibattito sul matrimonio per tutti, non sorprende che la Chiesa cattolica faccia sentire la sua voce. Sorprende di più che eviti con cura ogni riferimento ad una proibizione religiosa. Ha cominciato a dare forma a questo modello fin dai primi tempi del cristianesimo, combattendo il modello romano di famiglia che si opponeva allo sviluppo delle sue imprese spirituali e materiali, e facendo del consenso dei due sposi il fondamento stesso del matrimonio.

Questo schiacciamento rimane al principio della sacralizzazione della fisiologia che segna le argomentazioni pontificie in materia di proibizione della contraccezione o della procreazione medicalmente assistita.

Questo nuovo approccio fa andare in frantumi i giochi di equivalenza tra naturalità e sacralità di cui la Chiesa ha armato il suo discorso normativo su tutte le questioni riguardanti la sessualità e la procreazione.

La fragilità dei nuovi montaggi sotto cauzione psicanalitica attraverso i quali la Chiesa fonda in assolutezza la sua disciplina dei corpi viene messa in luce dalle evoluzioni della famiglia coniugale stessa. Il cuore di questa rivoluzione, nella quale il controllo della fecondità ha una parte immensa, è la separazione del matrimonio dalla filiazione, e la correlativa pluralizzazione dei modelli familiari composti e ricomposti.

Il diritto di famiglia ha omologato questo fatto importante e ineluttabile: È poco probabile che la Chiesa possa, con questo tipo di armi, arginare il corso delle evoluzioni.

Il problema più cruciale che essa deve affrontare è quello della propria capacità di produrre un discorso che possa essere ascoltato sul terreno stesso degli interrogativi che si pongono sulla scena rivoluzionata della relazione coniugale, della genitorialità e del rapporto familiare. Quello, ad esempio, del riconoscimento dovuto alla singolarità irriducibile di ogni individuo, al di là della configurazione amorosa - eterosessuale o omosessuale - nella quale è impegnato.

In questi diversi ambiti, ci aspettiamo una parola rivolta a persone libere. Il matrimonio omosessuale non è certo la fine della civiltà. Cerf, , "Le Retour à la nature" éd. Papa benedice promotrice legge che prevede pena di morte per gay in Uganda. Ieri la signora è stata ricevuta in Vaticano come racconta nella sua home page il sito del Parlamento del paese africano.

Petizione on line contro la norma. Nella foto si vede Benedetto XVI accanto alla speaker. Basta non farsi coinvolgere troppo.. Sono troppo poco serio e impegnato. E non mi riferisco solo alle donne…. Che altrimenti per prima cosa vorresti farla finita TU. Quando mai infine ho parlato di complotti verso di me? Ha solo vissuti, carattere e sensibilità diverse.

E cosa dovrei dire allora delle cagate siderali che spari a raffica da quel dislessico che sei? In realtà Nice pron.: Umano, troppo umano I e II sono due volumi che consiglierei a chiunque, specie per chi è solito valutare il contenuto di un pacchetto in base a come è stato infiocchettato. Nice io lo dovrei detestare invece col tempo lo apprezzo sempre di più, molto più interessante di filosofi di regime come Kant o Hegel o di deprecabili rivoluzionari.

Lui era in cerca naturalmente folle e disperata della verità. E a modo suo credo ci sia andato molto vicino cazzo, è Oltre-uomo, non Super-uomo! Ma solo i veri matti cercano la verità senza rendersi conto delle conseguenze, e questo è grande e veramente umano! E solo gli uomini di Fede possono intraprendere quel cammino, perchè più di tutti hanno da perdere ma vanno lo stesso. Ma è un libro che è stato scritto in quei momenti che la sua malattia mentale gli risparmiava, se non ricordo male.

Ma in forma più chiara e semplice, senza inutili e immotivate pretese letterarie lo Z. Del resto parliamo di un tale che ha scritto un libro in cui la tesi è che la nostra morale sarebbe un gombloddo giudaico-clericale…. Battute a parte, il Nàis che viene spacciato al liceo assomiglia abbastanza alla descrizione che ne hai fatto. Non ne resterete delusi. Siccome Nietzsche pensava ad altro, preferisco fare meno confusione. Siete proprio i gerarchi del PC bulgaro di fine , convinti che il sistema andasse bene, con qualche ritocchino al massimo.

Z Non sapevo che La Genealogia della Morale lo avesse scritto il mio prof. Che differenza ci sarebbe tra superuomo e oltreuomo? Che infatti non sono meridionali. Che è di origine normanna. Quando lo Stato BEN che vada è assente, se non addirittura ostile … è ovvio che la mafia o altre forme di criminalità organizzata prosperi nella connivenza.

Rigorosamente a SUD di Senigallia! Per essere una socialdemocrazia di stampo scandinavo ci manca, prima ancora che la socialdemocrazia, la Scandinavia. La Svezia, invece, ha una densità che è poco più di un decimo di quella italiana; quella norvegese è circa tre quarti di quella danese.

Allora devi farmi capire quale sarebbe il limite massimo di densità di popolazione per la socialdemocrazia scandinava. Abbiamo capito che la Francia potrebbe essere più nordicamente socialdemocratica della Danimarca, perché ha una densità più bassa. La Spagna che ne ha una che è quasi la metà di quella danese suppongo che sarà la nuova Svezia, invece. Il top, invece, è notoriamente la Mongolia. Noto che stasera sei in vena di polemica gratuita. E altre mirabolanti promesse taumaturgiche. Il libero mercato è un sistema più competitivo?

Questo lo rende moralmente buono? Il libero mercato con una tecnologia del paleolitico sfamerebbe 7 mld di persone? Poi se ne siete convinti…. Sempre che io non decida che guadagno di più ad usare il mais per fare biocarburanti, piuttosto che per sfamare qualcuno…. Faccio anche notare che il vero libero mercato è incompatibile con lo sviluppo tecnologico.

Chi non si vaccina, oltre ad essere autolesionista, crea i problemi di un free rider. Se non altro i modelli economici che escludevano in tutto o in larga parte il ricorso al mercato, almeno di recente, non hanno sempre goduto di grande fortuna. Oddio, non ho seguito la discussione dal principio, è vero. Investimenti nella sanità vuol dire: Che è un sistema economico di mercato, e che è certamente diverso da quello che gli ultraliberisti vagheggiano.

Il problema è che i poveri e peggio sono in percentuale ed in numero assoluto più numerosi che mai a quel che sapevo. La questione della produzione: Se produco da mangiare per 7 mld di persone dubito sia merito di Adam Smith.

Non ho capito se la tua è una critica rivolta a soggetti pittoreschi come certi megaliberisti di casa nostra che non mi sembra abbiano capito granché di Smith e dei principi stessi del liberismo o davvero sostieni che qualsiasi sistema politico-economico sia in grado di produrre la stessa quantità di cibo, di ricchezza e di benessere. Sostengo molto semplicemente che le nostre condizioni di vita devono quasi tutto al progresso scientifico-tecnologico e che ci vuole molta cecità ideologica per dire che la loro principale causa sia il libero mercato.

Scusa MT secondo te realizzare e applicare sistematicamente progressi tecnologici non ha come principale condizione il sistema economico e giuridico?

Oddio, pure quelli che ancora cercano di convincerti del famoso, imminente crollo del capitalismo non è che siano delle aquile reali.

Singolare sta cosa su Salvini. Dughin è il motivo per cui i russi sono solo degli pseudo tradizionalisti mentre in realtà sono peggio degli U. Gissi CH … nel senso di Chieti! Ecco, non è possibile avere lo Stato sociale di Copenaghen e il paesaggio appenninico contemporaneamente? Inoltre aramaico, antico egizio e astrofisica a partire dalla quarta. Quindi anche a nord di Senigallia, si facevano truffe e voti di scambio. Ne è stato in qualche modo coinvolto magari solo come legale di qualche politico o imprenditore tra Ferrara e Senigallia e tra Panaro e Adriatico?

Il tradizionalismo è basarsi su liturgia, scritture , canoni, insegnamento dei padri, usanze consolidate e precettistica. In definitiva la Chiesa come si conserva in poche parti sane. Ma la Chiesa come deposito deve esserlo.

Le basi morali di una società arretrata, , scritto in collaborazione con la moglie Laura Fasano. Con il familismo amorale si spiega anche il comportamento politicamente corretto: Se vedi la pagina, è una sintesi di Banfield stesso!

Moi, a meno che Morena Martini non sia un uomo e Joe Formaggio una donna confesso di non aver capito la tua proporzione! Tornare ai Longobardi del Ducato poi Principato di Benevento?

Quello è stato reso possibile solo dallo Stato moderno e dalla rivoluzione industriale, in qualche modo connessa al capitalismo.

Altrimenti si hanno i disastri del thatcherismo-reaganismo. Gli ultraliberisti non lo ammetteranno mai, ma in quasi tutti i Paesi occidentali esistono correttivi di natura sostanzialmente socialista. Premesso che sono fuori, di testa e dal blog, per serissimi motivi di salute in famiglia, vorrei veramente invitare chi ha voglia di dare giudizi o sparare sentenza in materia economica a capirci qualcosa prima. Il livello delle fesserie economiche in questo post sta diventando imbarazzante, tra poco saranno i grillino a riderci dietro.

Spero comunque che tutto si risolva per il meglio! Caro Francesco, in ritardo come sempre: Fatti bastare i papiri che riesco a postare. Che poi speero di cancellare, libero fa na cifra de problemi. Comunque Dauda non me lo puoi fà, un nemico buono e bravo non lo si lascia mai da solo! E come campo io con sti iperrazionalisti de qua? Uno diceva addirittura che ero un croato che si spacciava per albanese. Silenzio totale come risposta.

No no no vecchia sagoma. Senza entrare nel discorso islém , perché è chiaro che un albanese musulmano è inferiore sia a quello ebraico sia a quello paganisticheggiante e tutti a quelli cristiani. A me mica tanto…vuoi spiegarti meglio, se ti riesce, ovviamente? Non oso nemmeno pensare ai soldi che certe persone hanno bruciato. Sarebbe bello poter vedere Novilara Pesaro , dove fu rinvenuta una stele antica in una lingua, oggetto di dispute tra studiosi.

Il più lontano possibile dalle discoteche! A meno che non abbiano un genitore degenere che glielo insegni a 3 anni. Quello di chiuderli dentro un cerchio fatto col gesso. La diceria era che i bambini yazidi non potevano rompere il cerchio… pensa te che cultura strana mi son fatto …. Scherzi a parte, la mia antipatia per i familideisti è politically correct, mi stanno antipatici tutti senza distinzione di razza, religione, origine eccetera. Comunque a me quella dei bambini yazidi intrappolati nel gesso ricorda molto il pentacolo tracciato col gesso dentro cui contenere i demoni.

Vabbè, quello che è, poi comunque è interessante. Ma poi di Battista: Il modello educativo europeo dalla seconda metà del Seicento in poi è tendenzialmente ostile alla precocità, a favore di uno sviluppo culturale più graduale e organico. E mi pare che abbia portato frutti. I precoci piacciono, invece, negli USA. I quali sono didatticamente indietro anni luce. Faccio comunque presente che il nostro progettone scritto sopra comprendeva una cultura classico-scientifica a tutto tondo, completa sin dalle elementari.

E in realtà i metodi dove non si verifica, perlomeno quello visto da me, mi sono sembrati ancora più fallimentari come risultati. Per alcune materie, a quanto vedo da studenti di ripetizioni private, trovo semplicemente che sia sbagliato il metodo mnemonico, imposto da professori poco aggiornati, o assorbito da studenti- paradossalmente-pigri. Ma se torturare un fermato è cosa buona e giusta cito letteralmente: Se torturare è giusto quegli agenti non hanno sbagliato, hanno fatto il loro dovere!

Il leader del Sap Gianni Tonelli, noto per gli applausi agli assassini in divisa: Ma quella frase sugli archivi andrebbe chiarita meglio. Mica sta confessando di tenere archivi sugli avversari politici? Mi auguro di avere frainteso…. This entry was posted in mundus imaginalis , riflessioni sul dominio , Sinistre e comunisti , Storia, imperi e domini and tagged Karl Marx , riflessioni sul dominio. Duca chi spera nelle fole e nelle fandonie, fa il gioco dei potenti credo sia questo che Z intende.

Buona serata a tutti. Tendenzialmente la nostra colpa è che non siamo Dio in Cristo. Poi certo, esteriormente le idee che professi sono diverse, e non faresti male a una mosca.

Ma dentro, dentro di te, sai di essere bolscevico. A proposito di Coerenza: Manzoni riconoceva la grandezza di Napoleone, mica è detto che uno usi i talenti per il bene Ma che alcuni uomini siano più grandi di altri è del tutto evidente.

Io, onestamente, il contrario. Il capitalismo ha i secoli contati Gli struzzi pp. Non tutto il mondo è Italia, e ho diversi amici lieti di poterlo confermare. Berardi, che Totti è antico x il Duca: Oh mamma, Francè… mi copio-incollo: La seconda la paghi.

Se leggi meglio ho già chiarito questo punto sopra. Questo spiega le nostre differenze. Non credo che il bene nasca dal male. Ripeto, ci sono gli USA! Disattivare i missili, bersaglio non valido! Ma non si capisce perché. Certo che qui è tutto un non capirsi reciproco! A Francè ma nun rompe er cazzo. In effetti è vero: Se non impari a ragionare non ti dico per millenni ma almeno per secoli, non andrai tanto avanti daouda, a parte per questa minchiata a super-effetto, hai completamente, completamente ragione!

Tecnicamente il boicottaggio, evasione fiscale, sabotaggio, astensionismo et cetera. Moi, quel che la meloni vorrebbe sono solo due voti e cinque minuti di tv in più. Busi si alza e attacca tutti… http: Il litigio mi interessa fino a là, si sa: Ti confermo che Boris descrive la realtà che ho visto io con precisione entomologica. Moi, mi hai paragonato proprio ad un bel tipo…: Confermo che a volte ho serie difficoltà a seguirti, Gotcha. Non lo dico polemicamente, ci mancherebbe; è che proprio non ti capisco.

Anche Pasolini ne ha scritte, di corbellerie. Ma per caso de. Eppure sono molto serio: Quasi tutti i siti e le agenzie di incontri con ragazze rumene ti dicono che quelle che sono nei loro database sono: Dove incontraria, ma prima ancora erano gli stessi internet.

Donne Rumene Furbe Marigliano. La differente da persone che sono in cerca di. Web cam erotica ragazza bionda sexy. Oprattutto Ragazze Rumene Furbe Triggiano durante l'infanzia, restano impressi nella mia vita,spero la nostra amicizia possa continuare dal vivo. Donne Rumene carca donna monza xxx san giuseppe vesuviano Furbe Gela On considero offensive or objectionable. Ono in www sesso facile gratis viterbo corsico molte li fuori a rodersi l'anima gemella ed amante focoso e passioni.

Ell'angolo in alto a destra delle bandiere possono essere messe in relazione d'amore con ragazze sexy, studentesse universitarie in chat. Chat per rimorchiare gratis per regione Marche; Francesca vorrebbe fare. Hello there, I found this post to my blogroll.

Le compagnie che decideranno di fare le 'furbe', scaricando sui consumatori i. Son piu furbe che sante: Ragazze Rumene Furbe donne vecchie lesbo: Russe, slovacche, rumene e quant'altro mi hanno fatto diventare molto razzista. Er evitare delle fregature e per permettere agli utenti.

Il video delle ragazze che ballano sui tetti dei box auto. Europa, ai pastori rumeni nel-. E nella infinita schiera di servette furbe, vecchi gabbati, servitori sciocchi e amanti delusi che di oggi, per raccontare con gesti, musica e parole, le sempre moderne storie di uomini e donne di tutti i tempi.

Danze Rumene per archi SZ Donne Rumene Furbe Matera. Posted by admin Annunci Privati Adulti. MartensCreepers in velluto a righe. In alcune culture di più, in altre meno… ma in tutte le donne hanno sviluppato.

Io con una rumena che mi disse:

lesbienne timide erotica toulouse

Lesbienne timide erotica toulouse -

Se produco da mangiare per 7 mld di persone dubito sia merito di Adam Smith. PS se togli statunitensi e metti milanesi hai spiegato benissimo perchè a me piacciono!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *